26 September 2010

SBK 2010 Imola Gara1: vince Carlos Checa con la Ducati. Delude Biaggi 11esimo con l’Aprilia

Carlos Checa ha vinto con la Ducati Althea la Gara1 di Imola, che è stata ricca di colpi di scena.

Sbk 2010 imola gara1: vince carlos checa con la ducati. delude biaggi 11esimo con l’aprilia

di Lorenzo Motta

 

Imola (BOLOGNA) 26 settembre 2010 GARA 1 – Carlos Checa, in sella alla Ducati privata del team Althea Racing, si è confermato il più forte di questo fine settimana di gare sul circuito bolognese. Dopo aver dominato la prima e la seconda sessione di qualifiche, ha trionfato in Gara1, lasciandosi alle spalle con 1”171 di distacco il pilota di casa Lorenzo Lanzi, secondo sulla Ducati di  DFX Corse. Ha guadagnato la terza posizione Noriyuki Haga, arretrato di 1”472 sulla Ducati ufficiale, quella che, dall’anno prossimo non vedremo più sulle piste del Mondiale Superbike, in seguito alla decisione della Casa di Borgo Panigale di “concentrare le energie sulle strategie di prodotto”. Una vera beffa, considerando che oggi tutti e tre i gradini del podio della prima manche sono marchiati Ducati. Tre brividi freddi per due piloti hanno caratterizzato Gara1. Max Biaggi ha commesso un errore, mentre si trovava in ottava piazza nel corso del terzo giro, ed è arrivato lungo alla variante Villeneuve, perdendo posizioni e mettendo a rischio la corsa; a quel punto era retrocesso alla 13esima piazza e fra l’ottava e la nona tornata è arrivato il secondo brivido, quando si è quasi scontrato con Luca Scassa, che gli era dietro e tentava di passare. Il risultato è stata un’altra uscita di pista con conseguente perdita di tempo. Infatti, il gruppo in cui era inserito Max Biaggi girava con un passo di 1’50” alto, mentre i piloti in testa avevano un ritmo di un secondo più veloce. Il terzo brivido è stato quello dell’inglese Leon Haslam, che, sulla Suzuki ufficiale del team Alstare, era in seconda posizione, ma stava lottando per cercare di conquistare la prima, mentre Carlos Checa guidava la gara. Il brivido di Haslam si è trasmesso anche al pubblico durante l’ultimo giro, quando il suo tentativo di prendere il comando è fallito: Leon è andato dritto in curva e si è insabbiato, concludendo solo quinto. Così, oltre a punti preziosi in classifica, se ne sono sono andate anche tutte le possibilità di Francis Batta, il titolare della scuderia Alstare, di ottenere qualcosa di più (in termini di sostegno economico e di motore) da parte dei giapponesi di Hamamatstu: era in trattativa per la prossima stagione. Per Haslam, invece, sembra svanita ogni speranza di conquista del Mondiale, salvo errori imperdonabili del romano dell’Aprilia. A Leon va la magra consolazione di aver realizzato il giro veloce in gara con il tempo di 1’48”966, che abbassa il precedente record di 1’48”982, realizzato lo scorso anno da Noriyuki Haga, con la Ducati.

Max Biaggi, pur non avendo fatto una gara brillante, resta al comando della classifica iridata con   402 punti e 52 di vantaggio su Haslam, che è secondo a quota 350. Jonathan Rea, con la Honda ufficiale del team di Ten Kate, è terzo, ma la sua distanza dal vertice è notevole: ha solo 288 punti, quindi 62 in meno rispetto all’inglese della Suzuki e 114 di distacco dal capoclassifica.

 

 

1.  Carlos Checa 38'27.631 (Althea Racing)

2.  Lorenzo Lanzi 38'28.802 (DFX Corse)

3.  Noriyuki Haga 38'29.103 (Ducati Xerox Team)

4. Jakub Smrz 38'34.322 (Team PATA B&G Racing)

5.  Leon Haslam 38'37.215 (Team Suzuki Alstare)

6. Tom Sykes 38'38.610 (Kawasaki Racing Team)

7.  Michel Fabrizio 38'42.654 (Ducati Xerox Team)

8.  Shane Byrne 38'43.544 (Althea Racing)

9.  Sylvain Guintoli 38'44.656 (Team Suzuki Alstare)

10.   Cal Crutchlow 38'48.426 (Yamaha Sterilgarda Team)

11.   Max Biaggi 38'48.874 (Aprilia Alitalia Racing)

12.   Ruben Xaus 38'53.491 (BMW Motorrad Motorsport)

13.   Luca Scassa 38'59.182 (Supersonic Racing Team)

14.    Max Neukirchner 38'59.320 (HANNspree Ten Kate Honda)

15.    Troy Corser 39'11.980 (BMW Motorrad Motorsport)

16.  Federico Sandi 39'26.324 (Gabrielli Racing Team)

17.  Ian Lowry 39'38.019 (Kawasaki Racing Team)

18.  Matteo Baiocco 39'41.279 (Team Pedercini)

19.  Fabrizio Lai 39'43.570 (ECHO CRS Honda)

RT.    James Toseland 12'54.627 (Yamaha Sterilgarda Team)

RT.   Roger Lee Hayden 1'58.644 (Team Pedercini)

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA