di Beppe Cucco - 13 agosto 2019

Arriva il radar Meduse contro le moto troppo rumorose

Il primo radar in grado di misurare il rumore emesso dalle moto è stato installato in Francia. Se la fase di test darà esito positivo, il dispositivo verrà installato in tutto il Paese e potrebbe iniziare a elevare contravvenzioni

1/6 Radar Meduse

In Francia ha preso il via ufficialmente la lotta contro le moto troppo rumorose. Sulla D91 a Saint-Forget, poco a ovest di Parigi, è stato installato il primo radar in grado di misurare il rumore emesso da un veicolo.

Il dispositivo, denominato "Meduse", è posizionato sopra alla carreggiata ed è dotato di quattro piccoli fonometri in grado di rilevare il rumore circostante 10 volte al secondo e di una fotocamera. Per il momento, trattandosi di una fase di test, il radar non scatta foto alle targhe dei veicoli troppo rumorosi, ma l’azienda produttrice fa sapere di essere al lavoro per implementare questa funzione.

Il test di questo nuovo radar è stato avviato a metà e Meduse rimarrà operativo sulla strada dei “17 tornanti” per 18 mesi. Un altro sensore dello stesso tipo dovrebbe essere installato un po' più in basso, nella frazione di La Brosse a Saint-Lambert, e altri due a Parigi.

Se la fase di test darà esiti positivi il radar Meduse potrebbe diventare operativo al 100%, diffondersi in tutta la Francia e iniziare a multare i veicoli troppo rumorosi. Resta solo da capire come farà a distinguere il suono di più moto quando si viaggia in gruppo…

1/6 Radar Meduse
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli