a cura della redazione - 12 agosto 2014

Pneumatici Continental TKC 70, uniscono strada e fuoristrada

La Casa tedesca aveva già in listino il TKC 80, da enduro estremo, e il ContiTrailAttack 2, per utilizzo turistico prettamente su asfalto, ma con la nuova copertura con tassellatura intermedia va a soddisfare quei motociclisti a cui piace viaggiare, ma anche sporcarsi un po’ di fango

Pneumatici continental tkc 70, uniscono strada e fuoristrada

Estate uguale viaggio in moto. Nei listini, di maxi-enduro che permettono di fare Milano-Capo Nord arrivando rilassati e senza indolenzimenti ce ne sono a bizzeffe, ma quali gomme mettere?

 

STRADA VS FUORISTRADA: L’ETERNO DILEMMA

Se si mettono le tassellate per togliersi lo sfizio di qualche bello “sterro” (o se si deve andare in Tunisia, come abbiamo fatto noi, che pure abbiamo mantenuuto le gomme di serie) , si deve tenere conto di un comfort piuttosto scarso, senza dimenticare che bisogna stare sempre attenti a dosare il gas. Se invece si sceglie una gomma stradale bisogna dimenticarsi tratti di fuoristrada che vadano al di là della semplice strada bianca, ma si può dare gas con meno preoccupazioni su asfalto (e volendo esagerare, andare in pista, come la GS in questo video).

 

LA SOLUZIONE

Continental, che ha già una gamma completa di pneumatici (che descriviamo qui) ha trovato il giusto compromesso: si chiama TKC 70 ed è un pneumatico radiale pensato essenzialmente per le maxienduro (GS, KTM Adventure e compagnia), e permette una guida fluida e sportiva su strada, ma non disdegna il fuoristrada. L’ultima creazione del Produttore teutonico si posizione tra altri due protagonisti nel settore pneumatici: il veterano TKC 80, con battistrada a grandi tasselli ideale per l’enduro estremo, e lo stradale ContiTrailAttack 2, ideale per viaggi lunghi ma senza dimenticarsi il gusto di guida. Il TKC 70 inoltre ha l’omologazione M+S per cui è indicato anche per un utilizzo invernale.

 

UN BATTISTRADA POLIEDRICO

Guardando il battistrada si nota come la zona centrale sia priva di tassellamento: il comfort ringrazia e gli intagli laterali promettono un’ottima tenuta anche sul bagnato, inoltre è stata sviluppata una mescola specifica (tecnologia MultiGrip, vedi box a fine articolo) più resistente in modo da permettere percorrenze maggiori. Sui lati invece la composizione diversa rende la gomma più morbida e sono presenti i tasselli: nonostante smaltiscano in maniera ottimale lo sporco durante la guida offroad, non si muovono in maniera eccessiva e trasmettono fiducia anche nella guida veloce su asfalto.

 

CARRATTERISTICHE E MISURE

Continental per la creazione del suo ultimo pneumatico ha sfruttato tre diverse tecnologie:

  • Multi Grip: tramite un processo di indurimento a temperatura controllata si ha una differente durezza della mescola tra parte centrale e lati del battistrada: la durata è maggiore senza compromettere il grip.
  • Rain Grip: permette un ottimale smaltimento dell’acqua in casco di pioggia
  • Cintura a zero gradi in acciaio: grazie a questa tecnologia costruttiva la tensione della cintura presente all’interno del pneumatico è differenziabile tra spalla e battistrada centrale, garantendo estrema stabilità alle alte velocità e donando al pneumatico un’ottima capacità di assorbimento delle sollecitazioni provenienti dalla cintura, che riduce il rischio di kickback.

 

Continental TKC 70

  • 110/80 R 19 59V TL TKC70 M&S
  • 120/70 R 19 60VTL TKC70 M&S
  • 140/80 R 17 69T TL TKC70 M&S
  • 150/70 R 17 69V TL TKC70 M&S
  • 170/60 R 17 72V TL TKC70 M&S
  • 150/70 R 18 70T TL TKC70 M&S

 

www.conti-online.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime vetrine