Nuova OX Patagonia, l'aventure-scrambler spagnola

OX, Azienda spagnola con sede a Madrid. allarga i propri orizzonti verso il segmento delle elettriche adventure. Realizzata sulla base della sorella cafe racer ONE, la OX Patagonia spicca per stile e completezza della dotazione

1/7

OX Patagonia my 2022

1 di 2

OX, azienda spagnola produttrice di moto elettriche, ha svelato la sua ultima creatura, la Patagonia. Il nome è già tutto un programma, racconta di viaggi in lungo e in largo per il pianeta senza limitazioni di sorta. Per questo monta pneumatici tassellati (la ruota anteriore è da 19”, dietro da 17”), adotta sospensioni a lunga escursione e adotta soluzioni intelligenti pensate per l’ottimizzazione del carico lungo tutta la moto.

Lo stile della carrozzeria ricorda tanto le enduro scramblerizzate di fine Anni 70, con la sella poco alta (830 mm da terra), il manubrio non troppo rialzato, il “serbatoio” e la sella lunghi e piatti e la griglia protettiva sul faro anteriore a LED.

Ai loro fianchi due strutture tubolari per lato (quelle sul serbatoio ricordano tanto la Royal Enfiedl Himalayan, così come la font utilizzata per il nome) su cui ancorare le valigie laterali (di serie una coppia “stilosa” in pelle da 14 litri), la borsa per gli attrezzi, l’acqua, il sacco a pelo, la tenda e chi più ne ha più ne metta.

Un piccolo vano è ricavato dentro il finto serbatoio: lo spazio è “contato”, giusto per riporre il caricatore e ricaricare il cellulare grazie alla presa USB.

Questo almeno nelle intenzioni, visto che il cuore di questa on-off è un motore elettrico da 15 CV e 50 Nm di coppia massima (posizionato nel mozzo ruota posteriore), alimentato da un pacco batteria agli ioni di litio da 72V-60A (22 kg di peso, se serve anche removibile) che promette 100 km di autonomia e una ricarica entro le 5 ore.

Insomma, numeri che rientrano in quelli di una normale moto elettrica che tendono poi a variare verso il basso a seconda del percorso, dello stile di guida e via discorrendo, obbligando i trasferimenti dentro percorsi ben studiati e con tappe più frequenti per il “rifornimento”. Si sa, questo è lo scotto da pagare se si vuole puntare su un elettrico, almeno finché non verranno sviluppate batterie più efficienti.

Prenotabile dal sito ufficiale con una caparra di 250 euro, la Patagonia sarà disponibile da settembre in Spagna, Francia e Portogallo nelle colorazioni verde e ocra. Il prezzo di vendita è di 6.900 euro.

Di seguito, i dati tecnici della Patagonia.

Batteria e Motore

Batteria: Litio
Tipo di cella: NCM
Voltaggio: 72V
Capacità della batteria: 60A
Peso della batteria: 22 kg
Numero di batterie: 1
Tempo di ricarica: 5 h
Durata della batteria: 2.200 cicli (95.000 km)
Marca del motore: QS Motor
Potenza nominale del motore: 6 kW
Potenza di picco del motore: 11 kW
Coppia massima: 50 Nm
Inclinazione: 25 gradi
Efficienza motore: 90%
Modalità di guida: 4
Motore impermeabile: IP7
Velocità massima: 110 km/h
Consumo per 100 km: 4,2 kW-h/km
Autonomia batteria: 100 km

Ciclistica

Telaio: doppia culla in tubi di acciaio
Ruota anteriore: 19″
Ruota posteriore: 17″
Freno anteriore: SBC
Freno posteriore: SBC
Sospensione anteriore: forcella a steli rovesciati regolabile
Sospensione posteriore: monoammortizzatore regolabile

Dimensioni

Dimensioni LxLxA: 2060x750x1200
Altezza sella: 830 mm
Peso (senza batteria): 138 kg
Peso totale: 160 kg
Interasse: 1480 mm
Altezza minima da terra: 180 mm
Batteria LxLxA: 235x170x260 mm
Caricabatterie LxLxA: 260x158x92 mm
Faro anteriore: LED
Faro posteriore: LED

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA