di Nicolas Patrini - 03 febbraio 2019

“Valentino, corri fino ai 46 anni, ma senza ossessioni…”

Stefania Palma (mamma di Valentino Rossi) e Luca Marini hanno dato la loro opinione sulla carriera del Dottore. Non manca il commento sulla rivalità tra Marc Marquez e il numero 46
1/19 Valentino Rossi in sella alla Ducati (2012)
Durante la presentazione del Team di Valentino Rossi sono stati in molti a parlare delle gare, della carriera e delle ambizioni del Dottore. Tra tuytti, però, spiccano Luca Marini, il fratello, e Stefania Spina, la mamma. Poco più in basso trovate cosa hanno dichiarato all’Agenzia Ansa i familiari di Valentino. Vi ricordiamo inoltre che a breve verrà presentata la moto ufficiale con cui il numero 46 e Maverick Vinales cercheranno di tornare a essere competitivi nel Mondiale MotoGP 2019.
1/24 Ora che viene dato per certo il ritorno di Valentino Rossi alla Yamaha dopo due anni in Ducati, è il momento di ripercorrere le sette stagioni in sella alla M1, un periodo che il pilota stesso ha descritto come "una storia d'amore"

Le parole di mamma Stefania

''Mi fa ancora effetto vedere mio figlio in tv, mi colpisce il cuore, sono emozioni forti. Il decimo titolo mondiale è solo una distrazione, deve ascoltare le vibrazioni della moto senza pensare ad altro. Vale è tranquillo, sa cosa deve fare e si impegna. La maturità ce l'ha e se ha voglia di correre anche nelle difficoltà vuol dire che si diverte ancora. Deciderà lui quando smettere, io non ne ho idea e non gli dico nulla. Solo di stare attento e tenere duro. La rivalità con Marquez fa parte della storia, mica devono diventare amici, ma insieme fanno grande la MotoGP, sono esempi da seguire”.

Qui sotto trovate tutte le moto del Dottore, dalla prima Aprilia del 1996 alla Yamaha M1 2018.
1/36 L'evoluzione delle moto di Valentino Rossi dal 1996 al 2018

Luca Marini, il fratello

Tra pochi giorni Vale compie 40 anni. Io gli dico di arrivare a 46 e poi smettere. Quando si ritirerà Vale non sarà più la stessa cosa. Affrontare Vale da avversari in griglia sarebbe una cosa bella ed affascinante, ma non voglio fare una scelta azzardata per correre contro di lui un anno e metterebbe a repentaglio la mia carriera. Io sogno la MotoGP, ma voglio fare il salto nel momento giusto, con un Team di livello e una moto competitiva. Devo guadagnarmi la mia occasione facendo bene in Moto2, per il Mondiale siamo in 5/6 piloti a essere favoriti, ma conquistare l'iride non cambierebbe le cose. Io penso a fare un passo per volta”.
1/106 Un mare di 46!
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli