Zarco: “Vi spiego perché ho rotto con KTM”

L’iridato in Moto2 ha parlato ai microfoni della stazione radio francese RMC, dove ha spiegato il divorzio da KTM e il motivo che lo ha spinto a rinunciare all’accordo 2020 con la Casa di Mattighofen

1/22

Del divorzio tra KTM e Johann Zarco ve ne abbiamo già parlato, ma quello che mancava era il punto di vista del pilota francese. Che il numero 5 non fosse soddisfatto dei propri risultati in sella alla RC16 è sotto la luce del sole, ma da lì a chiudere un accordo in anticipo ne passa. Ecco cosa ne pensa il diretto interessato.

“Dall’inizio del Campionato MotoGP 2019 ho cercato di adattarmi alla moto. Sapevo che sarebbe stato difficile ma speravo in un miglioramento costante. Dopo 8 mesi in sella devo invece ammettere di non aver fatto alcun passo avanti. Mi rendo ora conto che se non faccio il mio lavoro con il sorriso scendo dalla moto infelice e frustrato. Quando ho realizzato tutto questo mi sono detto ‘voglio uscire da questa situazione’. Così ho parlato con KTM molto apertamente e comunicato di non voler continuare il prossimo anno. È stata una scelta molto difficile perché vuol dire sapere di non avere una sella alternativa nella classe regina e rinunciare a un buono stipendio. Ho abbattuto un ponte senza averne uno nuovo davanti a me, ma alla fine ho capito che il mio stato d’animo non mi avrebbe permesso di fare nulla nel 2020. Sono fortunato, vivo e lavoro in moto e per me è la cosa migliore al mondo, ma così non potevo andare avanti. Molti piloti fanno meglio di me, compreso Miguel Oliveira malgrado abbia meno esperienza e sia un rookie”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA