Motociclismo Adventure Tour in Sardegna Giorno 5 (pomeriggio)

In collegamento via Skype da Portu Maga, vicino a Piscinas, il nostro Marco Marini ci aggiorna su come sta andando la comparativa 2012 delle maxi enduro stradali

Motociclismo adventure tour in sardegna giorno 5 (pomeriggio)

La mattinata del quinto giorno è passata per la prova off road nei pressi di Piscinas e sulle spiagge di dune di Portu Maga. Il divertimento si è sommato al lavoro e ha fatto allungare i tempi, tanto che la prevista puntata su Cagliari è stata annullata. Dopo le foto sulla sabbia si torna all'asfalto e si va dritti a Tortolì. L'aggiornamento via Skype (il collegamento ha fatto ancora le bizze e il nostro Marco Marini sembra d'un tratto diventato balbuziente...).

 

 

Aggiornamento: 15 marzo 2012 ore 1,37

 

Da Sant'Antioco a Tortolí
Ci sono piaciute le strade, ci sono piaciute le moto, ma soprattutto ci sono piaciute le manopole riscaldate. Che giornata infinita, oggi! Ma facciamo un lungo passo indietro. Sveglia di buon'ora, a Sant'Antioco, e puntiamo le ruote verso Piscinas, un posto magnifico con dune gigantesche che guardano dall'alto un mare che più blu non si può. Lí facciamo lo slalom tra miniere abbandonate su di una sterrata facile facile che ci porta nei pressi di un paio di guadi, l'acqua che vi scorre è rossa, rugginosa. E le moto sono ancora troppo pulite... Insomma, due ore dopo siamo ancora lì che ci tuffiamo e rituffiamo, ci scambiamo le moto per capire qual é la migliore.

Tra quelle col 19", BMW R 1200 GS si conferma a suo agio sui fondi battuti, un po' meno sulle pietre per via del Telelever. Anche Yamaha Super Ténéré, nonostante l'Abs non disinseribile, diverte davvero molto. Di Honda Crosstourer non ci piace la frenata combinata, che invece tanto ci era piaciuta su strada, perché in off-road la gestione del freno posteriore dev'essere separata. Visto che per l'ultima volta oggi ci troviamo sulla costa occidentale, rimaniamo a Piscinas fino a sera, per vedere il sole che si tuffa in mare in uno splendido tramonto.

Quindi non ci resta che partire per il coast to coast fino a Tortolì, una traversata da oltre tre ore durante la quale le temperature scendono precipitosamente dai 20 gradi del mezzogiorno ai 3 della notte. Ed eccoci quindi a litigare per le moto più protettive e "riscaldate". La più contesa? Triumph Explorer, of course.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA