di Giorgio Sala - 01 giugno 2019

Moto2: record di 300,6 km/h con il motore Triumph

Durante le prove libere della Moto2 al Mugello, per il GP d’Italia 2019, Nicolò Bulega (in sella alla sua Kalex motorizzata Triumph) ha siglato un nuovo record di velocità, abbattendo una barriera che sembrava irraggiungibile fino allo scorso anno con i motori Honda
1/24 Rispetto al motore della Street Triple di serie, il propulsore che verrà utilizzato in Moto2 ha valvole in titanio con molle irrigidite per supportare l’incremento dei giri del motore
Il Mugello è uno dei tracciati con alcune delle curve più belle di tutto il calendario 2019, ma il suo rettilineo da 1.141 metri è sempre stato scenario di record di velocità nel Motomondiale. In MotoGP per esempio, Andrea Dovizioso detiene il record di 356,4 km/h siglato sul tracciato toscano con la Ducati in questo venerdì di prove libere.

Sempre in occasione del GP d’Italia 2019 (cliccate qui per gli orari TV), in Moto2 è stata superata quota 300 km/h per la prima volta nella storia della categoria. 300,6 km/h per l’esattezza, centrati da Nicolò Bulega durante le FP2 (è stato l'unico pilota a superare il muro dei 300 km/h). Un risultato ottenuto grazie al motore Triumph tre cilindri da 765 cc derivato dalla Street Triple RS, che equipaggia tutti i prototipi della Classe Intermedia. Il motore della Casa di Hinckley ha raggiunto una velocità che il vecchio 4 cilindri Honda non ha mai potuto nemmeno sognare: basti pensare che negli anni passati nessuna Moto2 ha mai oltrepassato il muro dei 290 km/h.
Nicolò Bulega in azione al Mugello durante le prove libere del venerdì. Il pilota italiano ha siglato il nuovo record di velocità della classe Moto2
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli