SPECIALE SALONE EICMA 2022
Tutte le novità Casa per Casa

Germania: Davies stravince e riapre il campionato

Mondiale SBK 2016, Lauistzring: risultati Gara 1 e classifica GP di Germania. Davies domina la gara del sabato sul circuito tedesco con 11 secondi di vantaggio sugli inseguitori. Ottimi Sykes e Hyden, che completano il podio. Flop Rea e Savadori e Yamaha ufficiali

SBK 2016, LAUSITZRING: LA CRONACA DI GARA 1 GIRO PER GIRO

Parte in Pole un velocissimo Chaz Davies, seguito da vicino da Sykes e, più indietro di un secondo, Hayden. Qui tutte le info delle qualifiche. Intanto il clima è cambiato molto dalle qualifiche di smamattina, con quasi tutto asciutto e 30° sull’asfalto.
Scelta univoca al posteriore per la gomma, più morbido l’anteriore per Ducati, più duro per le Kawasaki.

Partenza: Scatta forte Tom Sykes, ma anche Rea, che gira terzo. Ducati rimane davanti, perde tante posizioni Hayden.

1/21: Provano subito a scappare Chaz e Tom, mentre Giugliano e Savadori si attaccano al posteriore di Rea, all’inseguimento dei primi.

2/21: Savadori scavalca Giugliano, che sembra meno efficace di Aprilia nei cambi di direzione. Hayden scavalca Torres e si mette in atteggiamento aggressivo su Giugliano, che al momento sembra fare un po’ da tappo. Chaz Davies nel frattempo mette un secondo e 7  fra sé e Tom. Nuovo record del circuito in gara, in cui Chaz rifila il vecchio crono di Haga (2007) ben 7 decimi, fermando il cronometro a 1’37”357

3/21: Rea torna su Sykes: il distacco tra le due verdone è solo di 4 decimi, mentre Savadori continua a spingere fortissimo e rimane attaccato a Rea. Hayden passa Giugliano e sembra poter avere il passo per tornare su Savadori, Rea e Sykes.

4/21: Giugliano non riesce a rimanere con l’americano e subisce gli attacchi di Torres e Van Der Mark, seguito a sua volta dalla MV di Camier. Solo grazie a un gran motore Giugliano tiene botta e riesce a rimanere 6°.

5/21: Torres scavalca il pilota laziale, mentre Davies ha capitalizzato 4,4 secondi di vantaggio sulle Kawa. Bella invece la battaglia tra Fores e Guintoli, i quali però combattono per la undicesima posizione.

6/21: Cade Johnatan Rea, che stava faticando a tenere il passo di Sykes. Problema al cambio per lui: in scalata non entra la marcia e Rea arriva lungo nel sabbione, cadendo. L’inglese riparte dopo la scivolata in curva 8, ma al termine del giro rientra ai box e si ritira.

7/21: Cade anche Lorenzo Savadori, che occupava la terza posizione. Un vero peccato per Lorenzo e la Aprilia

8/21: Si spegne la BMW di Reiterberger, il quale è costretto a ritirarsi.

9/21: Nicky Hayden ha intanto assunto un passo davvero impressionante. 3 decimi sono il tempo che rosicchia dal distacco con Tom Sykes

10/21: Torres si scatena: completa il giro in 1’37”, sui tempi di Chaz Davies. Davide Giugliano completa il suo miglior giro nel ruolino personale, ma la distanza dalla MV di Camier non gli concede la possibilità di prendere la scia.

11/21: Sembra che Jordi Torres possa aver la possibilità di riacchiappare Hayden, ma 1”700 è il tempo che li separa a 9 giri dal termine.

12/21: Hayden non riesce più a guadagnare metri sulla Kawa supersite. Leon Camier scavalca intanto con un sorpasso pulitissimo su Van Der Mark

13-14/21: Si alza il passo di tutti, ad eccezione di Chaz Davies, che non sale mai sopra all’1’38”. Il distacco è abissale: più di 9 secondi separano la Ducati dalla Kawasaki seconda.

15/21: I distacchi fra i primi 8 piloti sono tali da non consentire attacchi.

16/21: Chaz Davies continua a girare con tempi inferiori al tempo della Pole Position di stamattina.

17-18/21: 1’37”9 è il tempo che fa segnare Camier: è il più veloce in pista in questo momento, avvicinandosi pericolosamente a Torres. Anche Hayden si avvicina molto a Sykes. La verdona ha un posteriore molto segnato e Tom non è più così efficace.

19/21: Camier ha un passo di mezzo secondo più veloce dello spagnolo e i due non sono poi così lontani da Hayden

20/21: Giugliano ritorna nel frattempo su VDM e l’italiano sembra avere la possibilità di attaccare nel T1 e T2 dell’ultimo giro.

Ultimo Giro: Hayden non ce la fa a tornare su Sykes. Torres chiude tutte le porte e Camier non riesce ad entrare.

Bandiera a scacchi: Va a vincere con 11 secondi di vantaggio Chaz Davies e Ducati, seguito da un robusto Tom Sykes. Chiude il podio Hayden. Camier non ce la fa ad attaccare il motorone della BMW di Torres e Giugliano arriva ad un soffio dalla Honda di Van Der Mark.
 

Davies fa gara a sé. Rea e Savadori flop

Grandissima gara di Chaz Davies che con questo 0 di Jonathan Rea riapre uno spiraglio ai sogni di Mondiale per Ducati e per Chaz stesso. Solidissimo Tom Sykes che, con grandissimi problemi al posteriore della propria verdona, porta a casa 20 punti importantissimi in ottica campionato. Johnny Rea rimane così fermo a 368, Tom si porta a 342 e Chaz risale fino a 285 punti iridati. Bravissimo anche Hayden, che dopo una partenza non felice conclude una gara in rimonta. I perdenti di giornata sono purtroppo Rea e Savadori, che avevano entrambi la possibilità di arrivare a podio. Al cardiopalma la gara di Camier, Torres, Giugliano e Van Der Mark, in costante battaglia tra loro. Deludente invece la gara di Yamaha e Aprilia (arrivata con solo una moto- quella di Alex De Angelis non al 100% fisicamente-)  al 12° posto sotto al traguardo.
Al termine di questo sabato il campionato si riapre e i piloti in odore di Mondiale sono tornati ad essere 3, quando l’ammontare dei punti è di 175 fino alla fine del campionato
 
Domani ci sarà Gara2: controllate qui gli orari TV!
 

MONDIALE SUPERBIKE 2016, GERMANIA: RISULTATI GARA 1

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA