10 June 2013

Mondiale Cross 2013: la sfida infinita tra italiani e francesi

Il GP di Francia è uno degli scogli più ostici nel campionato del nostro Antonio Cairoli. Non solo perché il suo diretto rivale è il transalpino Gautier Paulin ma, soprattutto, perché le ancestrali rivalità delle nostre due culture sfociano anche nel motocross.

Mondiale cross 2013: la sfida infinita tra italiani e francesi

Italiani e francesi nel mondiale cross 2013: noi abbiamo Cairoli e Philippaerts, loro Pourcel e Paulin. Noi vantiamo la storia di Puzar, Chiodi e Bartolini, loro di Bayle e Tortelli. Noi siamo forti nell’outdoor, loro nell’indoor. Il caso ha voluto che nell’era moderna siano proprio questi due mondi a confrontarsi in modo diretto, a scapito della filosofia belga che, per anni, ha dominato il Mondiale cross e che adesso insegue italiani e francesi. Una rivalità che, però, va sempre a braccetto con il sano agonismo e l'incredibile sportività di cui si fanno paladini i protagonisti della MX1. Non a caso, alla fine della prima manche del GP di Francia appena corso, Paulin e Cairoli si sono stretti in un amichevole abbraccio e Antonio (sconfitto) ha alzato il pungo di Gautier al cielo di fronte al pubblico (cliccate qui per la foto). Un valore aggiunto di una sfida che, con questi termini, diventa ancora più piacevole. L'amicizia e il rispetto prima di tutto, poi i dispetti.

 

SOLO UN FRANCESE HA BATTUTO CAIROLI

La storia di Cairoli è legata a doppio filo con i piloti d’oltralpe. L’unico titolo perso “sul campo” dal siciliano è stato nel 2006, quando Pourcel conquistò l’iride battendo di diritto Antonio. È uno dei pochi ricordi felici dei francesi, perché da lì in poi Cairoli ha sempre dominato (fatta eccezione della stagione 2008 abbandonata a metà per infortunio). Ma la questione dei GP italiano e francese negli ultimi anni si sta facendo spinosa. Al punto che sembra quasi che i piloti s’impegnino più a casa del nemico, come se vincere in trasferta desse più gusto che farlo in casa.

 

L’IMPORTANTE è VINCERE… A CASA LORO

La storia ce lo racconta: 2006, GP di Francia MX2. Il podio vede Cairoli, Philippaerts, Pourcel. La Franciaè espugnata. L’anno dopo la storia si ripete ed è Cairoli a vincere davanti a Pourcel. Ma la risposta dei transalpini arriva poco dopo, al GP di Faenza dove i fratelli Pourcel vincono in entrambe le categorie MX1 e in MX2, mettendo tutti a tacere. Sacrilegio. Da lì si salta diretti al 2010, quando Philippaerts e Cairoli sono gli assoluti protagonisti del GP di Francia MX1. Nel 2011 sono “loro” a festeggiare, con Frossard che batte Antonio in Francia e poco dopo Paulin vince il GP d’Italia a Fermo. Ma è nel 2012 che la sfida si fa davvero cattiva. Pourcel e Cairoli sono di nuovo uno contro l’altro a lottare per il titolo. A Fermo, nel terzo GP di stagione, Pourcel e Cairoli vincono una manche a testa, ma l’assoluta premia il francese, che se la ride. Il sesto GP di stagione è a Saint Jean d’Angely e Antonio arriva in pista pronto a restituire lo smacco. Ci riesce, vincendo di forza entrambe le manche davanti a Pourcel e anche a Paulin! Di nuovo tutti zitti.

 

STORIA RECENTE

Si arriva ai giorni nostri, cioè al GP di Francia 2013 a Ernée (cliccate qui per il report e la gallery). Con Pourcel fuori, Cairoli questa volta ha in Paulin l’avversario diretto, per la gara e per il Mondiale. La tribuna naturale della pista è gremita quasi 30.000 francesi gasatissimi per il loro beniamino, manco fosse una finale di Champions League. Sono tutti solo per Paulin. E Gautier non delude, vincendo gara 1 con tanto di recupero su Antonio, sorpasso e piccola fuga, mandando tutti in visibilio. Antonio è rallentato da un doppiato, ma comunque Paulin è in pompa. Gara 2 diventa fondamentale. Antonio parte in testa, mentre Gautier è più indietro. In tre giri Cairoli fa il vuoto e il francese non riesce a rimediare. Vince Cairoli, manche e GP! Ancora una volta Tony è riuscito nell’impresa. I francesi tornano ancora a casa con le bandiere chiuse! 

 

A MAGGIORA SFATIAMO LA TRADIZIONE!

Perché vi raccontiamo questa storia? Perché il prossimo fine settimana si corre il GP d’Italia a Maggiora (cliccate qui)! E lì di sicuro Paulin vorrà restituire lo smacco a casa nostra. Non glielo possiamo permettere. Dobbiamo essere in tanti, più dei francesi. E dobbiamo giocarci al meglio le nostre carte con Cairoli, Philippaerts, Guarneri e Lupino a rappresentarci.

Nel frattempo godiamoci questo omaggio che abbiamo realizzato per festeggiare il nostro grande Campione!

 

 

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA