24 May 2016

Supersportiva nell’uso quotidiano. Si può?

Per il consueto appuntamento con la posta, ecco la mail di un lettore che sogna le supersportive. Ma oltre che le occasionali girate in pista, la moto dovrà affrontare anche la vita quotidiana. Le più recenti maxi (o i loro piloti…) possono sopportare un utilizzo del genere?

Coperte corte e compromessi vincenti

È il solito problema, la coperta è corta: vuoi una belva da pista? In città devi soffrire. Comoda nella vita quotidiana? Allora in circuito non rende. Se questo assioma può essere vero per le supersportive arrabbiate, forse - ma confermatecelo voi – non lo è quando si parla delle maxinaked derivate da queste ultime (tipo quelle della nostra comparativa in Catalunya, per intenderci). Posizione accettabile e mappe più “realistiche” le rendono un compromesso vincente o un cumulo di difetti?

“VORREI UNA SPORTIVA VERA, HA SENSO?”

Caro direttore, vostro lettore da sempre e con la grande fortuna di avervi incontrato lo scorso anno in pista alla Tazio Nuvolari (tester Fabio Meloni e Beppe Cucco: la foto sotto si riferisce alla prova che stavamo facendo, ndr) e di aver visto pubblicata una mia email sulla vostra rivista. Ho bisogno ancora di voi, sono felice possessore di una Kawasaki Z750 ‘09 con 55.000 km, moto che uso a 360° per 365 giorni l’anno e con tempo, con una media di 15/20mila km annui. Inizio a pensare che probabilmente il prossimo anno varcherò la soglia dei 70.000 km, quindi il pensiero di cambiare moto si fa frequente. Subisco da sempre il fascino della supersportiva 1000 cc, mi batte il cuore ogni volta che ne vedo una e probabilmente sarebbe la realizzazione del mio sogno, ma poi ovviamente interviene la mia parte razionale: sarà la moto giusta per me? Io che viaggio tutti i giorni tra lavoro, traffico, scuola, bambini con lo zaino, attività sportive dei figli, tragitti autostradali e 3 o 4 uscite in pista, mi chiedo, saranno così scomodi i semimanubri? Sarà così poco divertente da guidare in città? La mia schiena che fine farà? Meglio forse una super naked (Tuono, GSX-S1000, BMW S 1000 R) sicuramente meno bella e diversa in pista, ma comunque divertente? O devo seguire il cuore e la supersportiva si può veramente usare tutti i giorni?
Andrea Valle - email

Potresti puntare su una maxinaked

Risponde Fabio Meloni: “Caro Andrea, banalmente potrei dirti che tutto si può fare, compreso quindi usare una supersportiva 365 giorni all’anno - a proposito, le più ‘comode’ sono le Suzuki GSX-R. Se devo essere sincero, però, eviterei, e i motivi sono quelli che hai indicato tu. Te la godresti davvero solo in pista, mentre per il resto del tempo saresti obbligato a convivere con una posizione in sella affaticante, marce lunghe, caldo alle gambe in estate, uno sterzo che... sterza poco, difficoltà di caricare bagagli/ figli. Molto, molto meglio una naked sportiva. Non vanno poi così piano in pista, soprattutto alcuni modelli, e su strada sono molto più godibili di una carenata, che si tratti di andare in ufficio, dell’uscita domenicale, delle vacanze. Di qualunque cosa. Poi io non conosco il tuo budget, ma devo dire che alcune sono talmente belle da non far rimpiangere le moto da pista. Affatto. Come dimostra, crediamo, l’Aprilia Tuono 1100 Factory immortalata proprio il giorno che ci hai incontrati”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA