di Beppe Cucco - 20 maggio 2019

Max Biaggi assolto dall’accusa di evasione fiscale

L’ex pilota romano era stato accusato di aver evaso 18 milioni di euro e per lui era stato chiesto un anno di carcere. Secondo il Tribunale di Roma, però, il fatto non sussiste
1/29 2012: Max Biaggi ince il secondo titolo mondiale SBK con l'Aprilia RSV4

Lo scorso mese di marzo Max Biaggi era stato accusato di falsa residenza nel principato di Monaco, al fine di sottrarsi al pagamento delle imposte sui redditi, e di aver evaso così 17,8 milioni di euro. Per questo reato (risalente al 2012) il pm Giuseppe Olivo, aveva chiesto un anno di reclusione per l’ex pilota romano. A sua difesa, Max aveva portato in tribunale date e fatti utili a dimostrare di non essere in difetto con Equitalia.

Ora, a pochi giorni dalla scomparsa del padre Pietro, arriva una bella notizia per Max. Biaggi è stato assolto dall'accusa di evasione fiscale perché secondo il Tribunale di Roma “il fatto non sussiste”. La decisione è stata presa dal giudice monocratico Bruno Costantini, dopo aver analizzato le prove portate dalla difesa.

Queste le parole di Max durante il dibattimento: “Sono almeno venti anni che vivo nel Principato di Monaco. La mia è stata una scelta di vita. Lì vivono i miei figli con la madre (la ex Eleonora Pedron, ndr), lì ci sono le mie moto, lì ci sono i miei amici, il mio ristorante, la mia palestra. A Roma vado solo quando serve e quando è necessario ma nella capitale non ho alcuna proprietà, neppure un immobile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultime notizie news