Locatelli porta in alto il tricolore: è campione del mondo Supersport

Dopo 21 anni l’Italia festeggia il proprio campione del mondo nel WorldSSP. Andrea Locatelli firma una stagione perfetta e conquista in anticipo il titolo con il trionfo nel GP di Barcellona-Catalunya

1/17

1 di 2

Da tanto un pilota italiano non vinceva il titolo nel Campionato del Mondo FIM Supersport, ma dopo oltre due decenni, è successo: Andrea Locatelli (Bardahl Evan Bros. WorldSSP Team) ha regalato la gioia iridata all’Italia, che non festeggiava un campione del mondo nel circuito WorldSBK dal 2012 quando Max Biaggi coronò il suo sogno iridato in Superbike. Passato dalla Moto2 al Campionato del Mondo FIM Supersport, Andrea Locatelli dalla prima gara del 2020 disputata a Phillip Island ha messo in mostra tutto il suo valore vincendo con sette secondi di vantaggio. Da quel momento l’italiano non si è più voltato indietro e ha iniziato a macinare diversi record, tra cui il maggior numero di vittorie in una stagione nel WorldSSP e di successi consecutivi.

La carriera del 23enne parte nel Campionato Italiano CIV e precisamente nella classe Moto3 in cui all'annata di esordio chiude al quarto posto in classifica grazie a una vittoria e due podi. Nel 2013 il secondo anno nel CIV Moto3 lo vede lottare per il titolo. Conquista quattro vittorie e sei podi e riesce a resistere agli attacchi di Michael Ruben Rinaldi. Solo 18 punti separano i due che danno vita a delle bellissime sfide a Misano e Imola. In sella alla Mahindra, Locatelli partecipa anche a due gare del Campionato del Mondo Moto3 dove porta a casa un 22° posto come miglior piazzamento. Poi è la volta di un passaggio a tutti gli effetti in Moto3 di nuovo in sella alla Mahindra. Il lombardo resta in Moto3 anche nel 2015 ma cambiando team e moto passando infatti da Mahindra a Honda. Locatelli conquista i suoi primi punti mondiali e chiude l’annata al 20° posto prima di trasferirsi al Leopard Racing al fianco delle attuali stelle del MotoGP Fabio Quartararo e Joan Mir. Il cambiamento porta i frutti sperati: Locatelli sale per la prima volta sul podio della classe Moto3 e chiude nono in classifica davanti al francese. La bella stagione 2016 gli permette di guadagnarsi un posto sulla griglia di partenza della Moto2 dove nella stagione di esordio, quella del 2017, va tre volte a punti mentre a fine 2018 è 15° grazie a 13 gare concluse in zona punti senza però riuscire a salire sul podio. In un'occasione arriva tra i sei di testa anche se a fine anno ha meno punti rispetto alla stagione precedente. Nel nuovo decennio Locatelli guida la Yamaha YZF-R6 del Evan Bros. WorldSSP Team e si porta subito davanti a tutti; all’esordio a Phillip Island vince con quasi sette secondi di vantaggio. La situazione non cambierà, pole position dopo pole position, vittoria dopo vittoria e giro veloce dopo giro veloce Locatelli diventa un punto di riferimento nel paddock del WorldSSP, conquistando il titolo in anticipo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli