SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Le strisce pedonali sono scivolose. Troppo?

Puoi stare attento, andare piano, guidare una moto o scooter perfettamente in ordine, ma se ti capita di dover fare una manovra impulsiva sulle “strisce”, soprattutto quando piove, il rischio di caduta è alto

Le strisce pedonali sono scivolose. troppo?

Ho beccato un acquazzone venendo in redazione in moto. E va beh, capita. Ho ridotto la velocità, aumentato la distanza con le macchine che mi precedevano e mi sono messo sull’attenti. Insomma, ho fatto tutto quello che si fa quando piove per sentirsi sicuri (ve ne avevo già parlato, ricordate?).

 

La strada che stavo percorrendo, via Gallarate, a Milano, è attraversata da numerose strisce pedonali, e ci sono molti altri segnali orizzontali. Erano sapone. Sapone! Bastava passarci sopra per sentire la moto perdere aderenza. La ruota posteriore pattinava, quella anteriore andava per la tangente. E, attenzione, stavo semplicemente procedendo in linea retta a 40-50 km/h. Se per sfortuna avessi dovuto frenare all’improvviso e cambiare direzione per evitare un ostacolo proprio in corrispondenza delle strisce, sarei volato. La cosa mi sembra a dir poco assurda. Possibile che nel 2013 non si riescano a fare delle strisce che non scivolano? Oppure il discorso è un altro, ovvero che alcune segnalazioni sono realizzate senza rispettare le normative (UNI EN 1463-1:2009) che regolamentano le caratteristiche dei materiali utilizzati?

Abbiamo deciso di indagare. Nei prossimi mesi, su Motociclismo, vi faremo sapere cosa abbiamo scoperto.

 

Intanto, sempre per restare in tema di strisce pedonali pericolose a Milano, andatevi a rileggere il nostro articolo e le proteste dei motociclisti, infine il nostro commento alla risposta un po’ così del comune. Poi ce ne sarebbe anche per Roma

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA