“A Eicma più per passione che per valutare l’acquisto di una moto”

Hanno risposto così quasi 9 su 10.Un dato allarmante, di cui siamo tutti responsabili visto che molti passaggi di questo sondaggio rivelano invece una certa disponibilità alla spesa. A sorpresa cresce l’interesse per le custom e l’informazione cartacea tiene botta alla grande

“a eicma più per passione che per valutare l’acquisto di una moto”

Se il mercato della moto è in crisi (o era? Leggete qui), non è solo colpa dell’economia stagnante, della contrazione dei consumi, dei balzelli, dell’inadeguatezza delle infrastrutture, del costo delle assicurazioni, dei giovani che non hanno più la passione, ecc ecc. La colpa è anche nostra, di noi operatori del settore: non vi conosciamo affatto e lo scopriamo di continuo anche attraverso questi nostri sondaggi del lunedì. A proposito: eccezionalmente per questa settimana, il nuovo sondaggio sarà aperto di mercoledì, quando tutte le novità di Eicma saranno state svelate (oltre al sondaggio, potrete partecipare al concorso “Vota e vinci la moto più bella del salone”). Da quella successiva si torna al classico appuntamento di inizio settimana.

 

UN CAMPIONE RAPPRESENTATIVO DEI 500.000 CHE VERRANNO

Alla Fiera di Rho-Pero nessun evento a pagamento attira un pubblico vasto come quello del Salone della moto. Mezzo milione di persone, un numero incredibile. Partiamo col dire che chi ha risposto alle nostre 8 domande sul Salone costituisce un campione affidabile: si tratta di 672 persone che ci hanno consegnato in totale più di 5.000 risposte. Ma i dati che abbiamo immagazzinato ci garantiscono grande varietà oltre che quantità: tra i votanti c’è chi non andrà al Salone (28%), chi ci andrà nelle giornate degli operatore di settore (9%), chi il giovedì perché c’è poca gente (15%), chi infine il week end (25%) perché il Salone si anima o più semplicemente per impegni di lavoro. Insomma, un campione davvero rappresentativo. E qual è la prima sorpresa che ci ha riservato?

 

LA LEGGENDA DEL PREZZO DEL BIGLIETTO TROPPO ALTO

Quello che di questi tempi proprio non ti aspetti è l’assenza di lamentele significative per il costo del biglietto. Coloro che pensano che 18 euro siano troppi (47%) sono numericamente uguali a chi crede invece che la cifra sia congrua (41%) se non addirittura ottima (5%). Stupisce anche lo scarso appeal dei biglietti a prezzi ridotti (12-14 euro) per bambini, over 65 e gruppi: costituiscono un incentivo veramente interessante solo per il 14% dei nostri votanti. Altro discorso sono i 9 euro riservati ai Soci del Club Amici di Motociclismo, l’offerta più conveniente di tutta la Fiera (per un palese conflitto di interessi non abbiamo voluto “promuovere” questa iniziativa attraverso il nostro sondaggio).

 

IL PARCHEGGIO, CROCE E DELIZIA DI EICMA

Il parcheggio gratuito per chi arriva in moto (38%) è considerato l’incentivo più convincente offerto da EICMA a tutti gli appassionati. Allo stesso tempo, per chi arriva in auto o comunque con un mezzo che non sia la moto, i 16,5 euro di tariffa giornaliera (11,5 euro per 4 ore) sono ritenuti il balzello in assoluto più insopportabile (60%). Verrebbe da dire “venite tutti in moto o coi mezzi pubblici!”, salvo poi scoprire che il 35% dei votanti non sopporta neppure di dover sborsare 5 euro per il biglietto della Metropolitana a/r o 4 euro per lasciare obbligatoriamente il casco nell’apposito guardaroba interno al Salone.

 

VIVA LE DONNE! (MA SOLO IL VENERDÌ)

Il venerdì in dolce compagnia di moglie, fidanzata, amica o sorella: le donne che possono entrare gratis sono tra le proposte più stimolanti della settimana secondo il 35% dei nostri lettori. C’è addirittura un 21% che dichiara di aver già scelto di venire il venerdì invece che gli altri giorni proprio per questo motivo. Rispetto a questa offerta passano decisamente in secondo piano tutte le altre proposte per gli “accompagnatori”, siano esse gradite o meno. Piace tiepidamente l’accesso gratuito per gli under 7 o gli over 65 (12%). Non scatena grandi proteste ma solo timidissime lamentele l’impossibilità di portare con sé animali (3%) o di lasciare bimbi con meno di 3 anni al servizio nursery nell’apposita area interna.

 

ANCORA MAXIENDURO, MA CHE SORPRESA LE CUSTOM!

Le maxienduro e le crossover, ma più in generale il mondo del turismo, attirano le maggiori aspettative (40%) del pubblico del Salone. Sono seguite a debita distanza dalle naked (20%) sempreverdi e dalle maxisportive (17%) inesorabilmente in calo nei sogni della gente come nell’immatricolato. In attesa di vedere se riusciranno a sbocciare altri segmenti di mercato come le moto “low cost” da 5.000 euro o la mobilità urbana, si registra un’impennata del mondo custom. Al di là dei padiglioni con le moto e dell’Area esterna Motolive, che costituisce la maggiore attrattiva per il 56% di coloro che andranno al Salone, ci sono tanti lettori che hanno dichiarato che passeranno altrove la maggior parte del loro tempo: il 7% nella zona Greenplanet, l’11% nell’area sicurezza e il 17% da Eicma Custom. Ebbene il custom è un argomento che appassiona come il green e il safety insieme.

 

IL SALONE LO SEGUO SUL SITO, MA LA CARTA TIENE ECCOME!

La sensazione è che l’informazione cartacea tenga alla grande. Non tanto per quel 36% di lettori che dichiarano che la loro prima fonte di informazione sul Salone sarà una rivista di settore o lo Speciale di Motociclismo (in edicola da giovedì 7 novembre a 2 euro). Stupisce piuttosto che un risultato così positivo per la carta arrivi da un pubblico che si presume “internettaro” come è quello che si rivolge a un sondaggio web. Ciò detto, registriamo un soddisfacente 52% di fedelissimi internauti che ci seguiranno in diretta dal Salone a partire dal 5 novembre, e uno scarno 5% che invece cercherà in TV informazioni e curiosità su Eicma e sulle nuove moto. Immancabili come sempre -in particolare su internet- quelli (2%) che… tanto siamo tutti al soldo delle Case e allora tanto vale non seguire nessun media e aspettare che le moto arrivino dai concessionari.

 

VADO AL SALONE (PURTROPPO) SOLO PER SVAGO

Saremo in grado di intercettare, noi tutti, i gusti dei motociclisti? Di capire fino in fondo cosa vogliono e come aiutarli? Al momento noi operatori di settore ci siamo rivelati incapaci di farlo. E la risposta all’ultimo quesito del nostro sondaggio è impietosa. Solo il 14% di coloro che andranno al Salone lo fa perché ha in mente, o è disposto a valutare, l’acquisto di una moto, magari dopo averla vista e toccata dal vero. Quasi nove persone su dieci, dunque, andranno a Eicma per tutt’altro motivo: perché ci si vuole tenere aggiornati (38%), perché è un appuntamento imperdibile (27%) o perché il Salone è pieno di moto e di belle ragazze (18%). Insomma, un dato sconfortante. Se l’86% di quelli che entrano al Salone esce senza avere il cuore che batte per una moto e il portafogli pronto ad aprirsi, la colpa non è solo della crisi economica. È anche di chi non sa più proporre le moto giuste.

 

A proposito: le trovate tutte qui nel nostro Speciale Eicma 2013.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA