Gli italiani convocati per la Sei Giorni di Enduro 2015 in Slovacchia

Dal 7 al 12 settembre la Slovacchia sarà teatro della più antica competizione motociclistica di fuoristrada e a Košice la Maglia Azzurra si presenterà con due squadre: una nel World Trophy, l’altra nel Junior Trophy. Info, nomi e dichiarazione del presidente FMI e della new entry Guarneri, in arrivo dal cross

Gli italiani convocati per la sei giorni di enduro 2015 in slovacchia

La FIM rende pubblico l'elenco dei piloti che parteciperanno alla Sei Giorni di Enduro (ISDE) 2015 in Slovacchia dal 7 al 12 settembre prossimi (cliccate qui per le immagini).

 

Tutti pronti per sei giorni di enduro

Dopo la mancata partecipazione del 2014 (qui il comunicato della FMI) il Team Italia tornerà alla Sei Giorni di Enduro 2015 (cliccate qui per gli ultimi risultati del Mondiale Enduro in Belgio) che andrà in scena in Slovacchia dal 7 al 12 settembre a Košice. Come consuetudine verrà inoltre schierato, nella classifica dedicata ai club, il Moto Club Italia: la scelta dei piloti è caduta specialmente sui giovani. Sono infatti stati scelti due sedicenni (Macoritto e Verona) e un diciottenne (Coniglio).

Per quanto riguarda la squadra del World Trophy, la grande novità si chiama Davide Guarneri, pilota della MXGP che ha dato piena disponibilità a vestire la Maglia Azzurra Enduro (segno di un possibilie passaggio al tassello targato?). 

 

Paolo Sesti, Presidente della FMI, dichiara: “Torniamo con la Maglia Azzurra alla Sei  Giorni di Enduro con una squadra di giovani motivati ed orgogliosi di rappresentare il nostro Paese. Prendo atto che, ancora una volta, ci sono state defezioni importanti da parte di team e piloti di vertice (niente ISDE per Alex Salvini, Simone Albergoni, Alessandro Battig, Thomas Oldrati, Deny Philippaerts, Davide Soreca...n.d.r.), ma la vera novità è la presenza del binomio tutto italiano formato da Davide Guarneri in sella alla TM. Un bel segnale che sono sicuro porterà ancora più entusiasmo e motivazione alla nostra spedizione azzurra”.

 

Parla guarneri

Davide Guarneri in questo momento è il perfetto trait d’union tra Motocross ed Enduro. Rientrato in gara nel Mondiale Mx in Lettonia dopo il trauma cranico subito in Inghilterra,  è stato convocato dall’Italia per la Sei Giorni di Enduro. Una bella sfida, raccolta volentieri dal bergamasco: “Per me l’ISDE sarà una nuova avventura – spiega il pilota di Lovere -. Grazie alla FMI e alla TM, Casa per cui corro nel Mondiale Motocross, si è presentata questa occasione che sono stato molto contento di cogliere; la Six Days non è una gara come tutte le altre e ha una storia prestigiosa, e poi io vengo da una zona in cui l’Enduro è la disciplina motociclistica più praticata”.

 

L’entusiasmo e la voglia di vestire la Maglia Azzurra saranno delle armi in più per Davide Guarneri, che non nasconde però dei punti interrogativi: “Effettivamente nell’affrontare la Sei Giorni ci saranno tante incognite. La durata di gara non mi spaventa così come i fettucciati non mi preoccupano perché spesso il loro tracciato è di tipo crossistico; le prove in linea invece potranno riservare qualche sorpresa in più. Inoltre dovrò abituarmi alle tempistiche e alle modalità di gara dell’ISDE.  Comunque sono fiducioso perché la TM è una moto da Enduro molto collaudata, attualmente  in testa alla E1 Mondiale con Reemes e che sta facendo bene in tutte le categorie. A livello meccanico me la sono sempre cavata, e poi  vado in moto da 25 anni quindi qualcosa penso di saper fare (ride, ndr)”.

In una squadra l’affiatamento è importante, “e anche se conosco solo Monni, mio avversario quando anche lui correva nel Motocross, sono sicuro che riusciremo a formare un gran bel gruppo. Il mio rapporto con l’Enduro? Sono uscito poche volte in allenamento ma nei prossimi mesi uscirò spesso con Giacomo Redondi, giovane pilota del Mondiale Enduro col quale siamo molto amici. E poi sicuramente mi farò dare qualche consiglio da Mario Rinaldi”,  presente all’ISDE in qualità di Tecnico FMI.

 

Se a settembre Guarneri sarà concentrato sulla Sei Giorni 2015, ora lo è sul Mondiale Motocross. Domenica si correrà a Loket, in Repubblica Ceca: “Dopo l’incidente in Inghilterra, in cui ho subito un trauma cranico, ora sto bene. È dura riprendere il ritmo di gara perché per diverso tempo sono rimasto fermo, ma tutto procede per il meglio”. A proposito di incidenti, la responsabilità di tanti infortuni nella MXGP è da attribuire alle piste? “Secondo me ­– continua il pilota TM –  i fattori determinanti sono due. Da una parte il livello del Mondiale si è alzato davvero tanto. I migliori vanno sempre più forte e allo stesso tempo il divario con gli ultimi è sempre più risicato. D’altro canto, in ogni weekend di gara gareggiano talmente tante categorie che è impossibile sistemare adeguatamente il tracciato. E a questo aggiungo che in alcuni impianti c’è qualche salto di troppo”.  

 

Guarneri è un pilota esperto che dà un occhio ai giovani, anche perché tre di loro (Samuele Bernardini, Morgan Lesiardo ed Alessandro Manucci) corrono nel suo stesso team, il TM Factory Racing: “In Italia la situazione dei piloti di prospettiva è certamente migliore rispetto a qualche anno fa. Nel TM FMI Racing Team, ma anche in diverse realtà come il De Carli Racing Junior Team o in altre squadre, i piloti sono di buon livello. Qualcuno riesce a farsi vedere con risultati importanti ma alcuni atleti di altre nazioni sono più completi. Secondo me dopo un periodo di “buco” adesso le basi ci sono, e bisogna continuare a lavorare su questa strada per trovare i nuovi talenti”. Che un giorno magari abbiano lo stesso entusiasmo di Guarneri nel vestire la Maglia Azzurra, sia quella del Motocross delle Nazioni o della Sei Giorni di Enduro.

 

L'elenco dei convocati

 
World Trophy

Pilota

Team

Moto Club

Moto

Oscar Balletti

KTM Farioli

G.s. F. Oro Motociclismo MI

KTM

Matteo Bresolin

Gp Motor Sport

Intimiano N. Noseda

KTM

Davide Guarneri

Tm Racing Factory Team

Bellinzago

TM

Jonathan Manzi

 Osellini Husqvarna

Lumezzane

Husqvarna

Manuel Monni

Tm Racing Factory Team

G.S. F. Oro Motociclismo MI

TM

Nicolò Mori

Ktm Farioli

Bbm Racing

KTM

 
Junior Trophy

Pilota

Team

Moto Club

Moto

Matteo Pavoni

Desio Corse

Lumezzane

KTM

Nicolò Bruschi

MC Pavia

Pavia

Honda

Michele Marchelli

Osellini Husqvarna

Trial David Fornaroli

Husqvarna

Mirko Spandre

Ktm Farioli

Costa Volpino

KTM

 
 Moto Club Italia

Pilota

Team

Moto Club

Moto

Lorenzo Macoritto

Botter

Manzano

KTM

Ivan Coniglio

Sicilia Racing Yamaha

Sicilia Racing

Yamaha

Andrea Verona

Gts

La Marca Trevigiana

Suzuki

 

STAFF TECNICO

  • Cristian Rossi (Commissario Tecnico FMI)
  • Giuseppe Armani, Mario Rinaldi (Tecnici FMI)

 

Vi piacerebbe partecipare alla Sei Giorni come piloti privati, ma temete di non riuscire a curare completamente la moto per tutta la durata della gara? KTM ha la soluzione che fa per voi: cliccate qui per saperne di più.
 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA