Kawasaki: arriva una naked 250 monocilindrica per l’Europa

Come le altre grandi Case motociclistiche, anche Kawasaki punta il mirino sul mercato indiano: ad Akashi sono iniziati i progetti per una nuova nuda entry level che arriverà anche sulle strade occidentali

Kawasaki: arriva una naked 250 monocilindrica per l’europa

È noto che il mercato indiano è diventato un punto di riferimento per le due ruote, sia per quanto riguarda la produzione che la distribuzione. L’occhio di molte grandi Case motociclistiche si è concentrato soprattutto sulla produzione di mezzi facili e leggeri, di piccola-media cilindrata, destinati ad approdare poi anche in Europa. Per fare alcuni semplici esempi: KTM con la Duke 200, Triumph con le due nuove monocilindriche da 250 cc, Honda con la CBR300R, Yamaha con la sportiva R25 e Suzuki con la Inazuma. Non manca all’appello la Casa di Akashi, che ha deciso di affiancare alla Ninja 300 una nuova verdona, una nuda spinta da un solo cilindro da 250 cc (qui la gallery con tutte le immagini). Anzi, a ben vedere le moto sarebbero due, ma hanno storie differenti. Vediamo i dettagli.

 

DALLA SPORTIVA, LA NAKED

A fine febbraio, Kawasaki ha depositato un nuovo progetto presso l’ufficio brevetti europeo: si tratta di una nuova naked, che verrà prodotta in India ma arriverà comunque anche da noi. Il propulsore e la ciclististica di questa piccola nuda non sono una vera e propria novità per i tecnici della Casa di Akashi: derivano infatti dalla Ninja RR (o Ninja 250 SL, a seconda del paese di destinazione), piccola supersportiva 250 cc prodotta e commercializzata esclusivamente in oriente (qui le foto), che per questo progetto è stata spogliata di carene, cupolino e semimanubri. Proprio come le KTM Duke (125, 200 e 390) con le nuove RC, anche la naked di Akashi condivide molte componenti con la sorella “vestita”. Il motore è un monocilindro raffreddato a liquido con una cilindrata di 249 cc, in grado di erogare una potenza di 27,6 CV a 9700 giri e una coppia pari a 22,6 Nm. Il tutto montato su un telaio a traliccio in acciaio e sostenuto da una forcella tradizionale da 37 mm e monoammortizzatore parzialmente regolabile. Per quanto riguarda l’impianto frenante, la piccola naked monta all’anteriore un disco singolo da 263 mm morso da una pinza a due pistoncini; al posteriore invece c’è un disco da 63 mm, affiancanto sempre da una pinza a due pistoncini. Le dimensione delle ruote è in linea con le concorrenti della categoria: 100/80-17 il pneumatico anteriore e 130/70-17 quello posteriore. Il peso della gemella carenata è di 151 kg, ma probabilmente la nuda peserà qualche chilo in meno essendo spogliata dalla maggior parte delle plastiche.

 

(ANCORA) SENZA IDENTITÀ

Kawasaki non ha ancora annunciato il nome di questo nuovo progetto, in alcuni siti orientali si vocifera che si chiamerà “ER-2n”, ma è solo un’ipotesi. Per quanto riguarda il prezzo, invece, abbiamo qualche indicazione: in Inghilterrà costerà presumibilmente 3.500 sterline (4.200 euro circa). In attesa di ulteriori informazioni, godetevi il sound della Ninja RR.

 

Il sound della Kawasaki Ninja RR (o Ninja 250 SL)

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA