Indian presenta la nuova Chieftain Dark Horse

La Casa americana svela una versione più “cattiva” della Chieftain. Questa nuova bagger sfrutta le caratteristiche tecniche della moto di partenza, ma è caratterizzata da un look total black con dettagli cromati. Info, foto e scheda tecnica  

LA CHIEFTAIN DIVENTA Più CATTIVA

Lo scorso anno Indian ci aveva presentato la Chief Dark Horse, una versione più aggressiva della Chief di base; ora lo stesso trattamento tocca alla Chieftain ed ecco che arriva la Chieftain Dark Horse. Questa nuova bagger mantiene le caratteristiche tecniche della moto di partenza, ma è caratterizzata dalla sella monoposto e un cupo look total black in contrasto con i numerosi dettagli cromati. Sfogliate le immagini di questa nuova moto presenti nella nostra gallery, poi andiamo a conoscerla meglio. 

BASE TECNICA INALTERATA, CAMBIA IL LOOK

Spinta dal poderoso bicilindrico Thunder Stroke 111 da 1.811 cc (ovviamente in nero) e costruita sfruttando la base tecnica della Chieftain base, la nuova “Dark Horse” esce dalla fabbrica equipaggiata con una nuova sella in pelle monoposto con cuciture a vista e un’inedita colorazione nera opaca. Nero che ricopre gran parte della moto: parafanghi, carenatura, serbatoio, valigie laterali, manubrio, specchi, pedane… Praticamente tutto, anche il mitico "Capo Indiano" sul parafango anteriore, simbolo della Casa, è diventato nero. Elementi di contrasto sono alcuni dettagli cromati presenti sulla moto, che le donano un aspetto più aggressivo, come i terminali di scarico, le finiture sulle borse o le borchie sulla sella. Le modifiche estetiche non alterano però il carattere della moto che mantiene la ricca dotazione di serie della Chieftain di base, vale a dire valigie laterali, ABS, cruise control, sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici, avviamento keyless e impianto audio con Bluethoot e ingresso USB. E se le modifiche non vi sembrano sufficienti, Indian propone nel proprio catalogo una ricca serie di accessori per rendere unica la vostra moto; tra di questi troviamo terminali, filtri aria, impianti audio più potenti, pedane…
 
In America questo nuovo modello è in vendita a 21.999 dollari (circa 19.400 euro al cambio attuale), vale a dire 1.000 dollari in meno rispetto alla Chieftain “base”. Al momento non si conosce ancora quando la nuova Indian Chieftain Dark Horse sarà disponibile per il mercato italiano.
 
Se invece siete alla ricerca di qualcosa di più esclusivo vi consigliamo di non perdervi la Springfield e la Chief Vintage in edizione limitata Jack Daniel’s

È PRONTA A FARVI ENTRARE NELLA LEGGENDA

Queste le parole di Reid Wilson, Direttore Marketing di Indian Motorcycle: “La nuova Indian Chieftain Dark Horse presenta uno stile total black ed è spinta dal poderoso motore Thunder Stroke 111, in grado di offrire ai piloti il massimo delle prestazioni. Realizzata sulla base della pluri-premiata piattaforma Chieftain, questa nuova moto, nonostante l’aspetto cupo e grezzo, è una tela bianca pronta per la customizzazione. Una moto perfetta per i piloti che vogliono entrare nella leggenda”.

SCHEDA TECNICA INDIAN CHIEFTAIN DARK HORSE

MOTORE
Tipo: bicilindrico a V di 49°
Raffreddamento: aria/olio
Cilindrata: 1.811 cc
Alesaggio per corsa: 101 x 113 mm
Alimentazione: iniezione elettronica
Coppia massima: 138,9 Nm/2.600 giri
Cambio: 6 rapporti
 
SOSPENSIONI
Anteriore: forcella telescopica con steli da 46 mm di diametro, 119 mm di escursione
Posteriore: mono ammortizzatore, 114 mm di escursione
 
RUOTE E PNEUMATICI
Pneumatico anteriore: 130/90B16 73H
Ruota anteriore: cerchio in lega 16" X 3.5"
Pneumatico posteriore: 180/65R16 80H
Ruota posteriore: cerchio in lega 16” x 5”
 
FRENI
Anteriore: doppio disco da 300 mm di diametro. Pinza a quattro pistoncini
Posteriore: disco da 300 mm di diametro. Pinza a due pistoncini
ABS di serie
 
PESO E MISURE
Lunghezza: 2.571 mm
Passo: 1.668 mm
Angolo cannotto di sterzo: 25°
Altezza sella: 660 mm
Luce a terra: 142 mm
Peso a secco: 364 kg
Capacità serbatoio carburante: 20,8 litri

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA