di Beppe Cucco - 07 marzo 2019

Honda CB1000R Tribute, omaggio al passato

A Roma Motodays Honda mostra la CB1000R Tribute, una versione speciale della muscle naked di Tokyo realizzata per celebrare i 50 anni della 750 Four. Realizzata in esemplare unico, finirà nelle mani di un fortunato visitatore della fiera romana
1/9 Honda CB1000R Tribute

Fin dalla sua prima edizione Roma Motodays ha da sempre avuto un’attenzione particolare per le moto d’epoca. Per questo motivo ogni anno si tiene una mostra tematica che vede protagoniste le ‘storiche’. L`esposizione di quest`anno è intitolata “Honda 750 Four. E nulla fu più come prima”. Oltre alla mostra, per celebrare il cinquantenario della 750 Four, Roma Motodays in collaborazione con Honda Italia hanno realizzato una versione speciale della naked CB1000R denominata “Tribute.

A caratterizzare la Honda CB1000R Tribute ci sono diversi elementi dal sapore rétro, a cominciare dalla colorazione azzurra-oro, dalle grafiche e dai loghi tributo all’originale CB750 Four K0 del 1968. I cerchi sono a raggi Jonich, il terminale di scarico è un SC-Project sdoppiato. Troviamo poi sella in Alcantara, portatarga Lightech e contrappesi manubrio, specchietti e indicatori di direzione di Rizoma.

La Honda CB1000R è realizzata in esemplare unico, che non sarà in vendita, ma finirà nelle mani di un fortunato visitatore di Roma Motodays. Tutti i visitatori della fiera che acquisteranno un biglietto d’ingresso e si registreranno al concorso avranno infatti la possibilità di vincere la Honda CB1000R Tribute.

Honda 750 Four, la storia

Quando venne presentata, al salone di Tokyo del 1968, la Honda 750 Four presentava un motore a 4 tempi in linea da 736 cc dotato di distribuzione in testa a catena, con due valvole per cilindro. Questa fu la prima rivoluzione, in quanto all’epoca la stragrande maggioranza delle moto utilizzava la distribuzione ad aste e bilancieri. Inoltre, era dotata di avviamento elettrico, cambio a 5 rapporti e alimentazione con 4 carburatori da 28 mm, per una potenza massima di 69 cavalli a 8.000 giri, che consentiva di raggiungere i 200 km/h e percorrere i 400 metri da fermo in 13,5 secondi, con velocità d’uscita di oltre 160 orari.

In esposizione a Roma Motodays è presente il primissimo modello di Honda 750 Four K0 Sandcast, ma anche versioni di Honda Four 500, 350 e 400, derivate dalla capostipite 750 e di proprietà di appassionati collezionisti privati. La Honda Four, nelle varie cilindrate, è stata venduta in 557.000 esemplari prima di essere sostituita dalla nuova serie dotata di doppio albero a camme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultime notizie news