10 September 2012

Gli animalisti ce l’hanno con Casey Stoner

Un gruppo di animalisti affigge uno striscione sul muro della tribuna Bruttapela, un’invettiva contro Casey Stoner. La sua colpa? Gli piacciono la caccia e la pesca

Gli animalisti ce l’hanno con casey stoner

Un gruppo di persone, nellanotte tra il 9 e il 10 settembre, si avvicina al muro che delimita la tribuna Bruttapela del circuito Marco Simoncelli di Misano. Sono armati.
Armati di colla e penneli. Già, perché devono compiere un blitz, come lo chiamano loro, devono affiggere un grande manifesto per protestare contro la caccia. Loro sono gli attivisti del gruppo centopercentoanimalisti.com e il loro obbiettivo è Casey Stoner. Il pilota australiano è amante della caccia e della pesca, che usa come valvole di sfogo per rilassarsi tra una gara e l’altra. Non è ovviamente l’unico, nemmeno tra i piloti, ma a quelli di centopercentoanimalisti.com piace sbugiardare i cacciatori in maniera eclatante e questa volta il bersaglio è l’australiano.

Sul loro forum c’è una discussione (la trovate qui) in cui si parla della cosa, questo è il comunicato che dà il via alle danze dei commenti (spesso deliranti):

Domenica 16 settembre nel circuito di Misano dovrebbe correre Casey Stoner. La partecipazione dell’ex campione del mondo non è sicura, potrebbe venir sostituito, ma noi di CENTOPERCENTOANIMALISTI vogliamo cogliere ugualmente l’occasione per dire quel che pensiamo di lui. Casey Stoner quando lascia la moto ha due grandi passioni: la caccia e la pesca. Sono il suo modo di “stare a contatto con la natura”, come lui dice. E così esprime il suo “amore” per la natura distruggendo e uccidendo.

Inoltre, la caccia che lui pratica in Australia è quella con arco e frecce. Un tipo di caccia particolarmente crudele: un Animale di medie dimensioni quasi sempre rimane solo ferito, e deve affrontare l’agonia o subire altri colpi, prima di morire. In questa sua insana passione, Stoner ricorda Ibrahimovic: un altro che dedica tempo libero e soldi per andare ad assassinare Animali in ogni parte del mondo, e di recente si è comperato un’isola dove uccidere comodamente.  La caccia è un’attività sadica, dannosa, immorale.

Chi la pratica non può esser considerato una persona normale: il cacciatore è un pericoloso maniaco, che gode nel toglier la vita a chi non può difendersi. Militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI, nella notte tra il 9 e 10 settembre, hanno affisso un enorme striscione sul muro di cinta del circuito di Misano dove si svolgerà il prossimo gp, nello striscione, la foto di Casey Stoner, animali morti vittime della caccia e pesca e una domanda in Inglese…

La domanda è: “E questo sarebbe un campione?”.
Se si tratta di moto, la risposta è ovviamente sì. Per il resto ognuno è chiaramente libero di avere le proprie idee. Sulle modalità in cui vengono espresse si può sempre discutere… E questo senza considerare che Stoner a Misano nemmeno ci sarà e che di piloti cacciatori ce n'è ben più di uno. Che si sia colpito stoner proprio perché non ci sarà?

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA