Ducati: consegne in calo, ma fatturato per moto in crescita nel 2020

Nel corso del 2020 Ducati ha consegnato complessivamente meno moto rispetto al 2019. Cala anche il fatturato complessivo. Aumenta, però, il fatturato per moto, segno che la Casa si sta spostando verso la fascia alta del mercato

1/124

Nonostante un 2020 fortemente condizionato dalla pandemia di Coronavirus e l'interruzione della produzione per sette settimane proprio nel picco di stagione, Ducati lo scorso anno è riuscita a consegnare ai clienti di tutto il mondo 48.042 moto, riuscendo a contenere il differenziale di vendite rispetto al 2019 al -9,7% (53.183 moto vendute nel 2019).


Il fatturato, a chiusura dell’esercizio 2020, ha raggiunto quota 676 milioni di euro (2019: 716 milioni di euro), il risultato operativo è stato di 24 milioni di euro (2019: 52 milioni euro), con un margine operativo del 4%. Un trend di crescita nelle vendite rispetto al 2019 è stato riscontrato in Cina (+26%), in Germania (+6,7%) e in Svizzera (+11,1%). L'Italia rimane il primo mercato per Ducati, seguito dagli Stati Uniti.

Il fatturato per moto è cresciuto fino a 14.883 euro/moto (2019: 13.500 euro/moto), rappresentando il valore più alto mai raggiunto nella storia dell'azienda. Questo risultato riflette la strategia di evoluzione della gamma di prodotti verso la parte più alta e premium del mercato.

Claudio Domenicali, Amministratore Delegato Ducati Motor Holding, ha dichiarato: "Il 2020 è stato davvero impegnativo, ma siamo comunque soddisfatti del risultato finanziario ottenuto dall’Azienda. Grazie a una rigorosa politica di riduzione dei costi fissi siamo riusciti a limitare la caduta del margine operativo. Allo stesso tempo abbiamo diminuito notevolmente le scorte di magazzino con effetti positivi sul cash flow, che ad oggi è il migliore mai registrato. Gli investimenti sui nuovi prodotti non sono stati toccati, aprendo la strada ad uno sviluppo positivo di Ducati nel futuro. Un sentito ringraziamento va alle donne e agli uomini di Ducati che ogni giorno, con passione e dedizione, contribuiscono alla forza e al successo dell'Azienda, anche in questo anno così complesso e difficile".

Oliver Stein, CFO Ducati Motor Holding, ha aggiunto: "La stabilità finanziaria è estremamente importante per l'azienda per poter sostenere lo sviluppo tecnologico, l’innovazione di prodotto, di processo e le attività del reparto Ducati Corse. Grazie a una solida base finanziaria, Ducati ha potuto mantenere invariato lo sviluppo di questi importanti pilastri anche in un momento così difficile. Siamo lieti di essere stati in grado di guidare l’Azienda attraverso le complessità del 2020 e iniziamo il 2021 con un atteggiamento di fiducia, pronti per recuperare anche più velocemente di quanto previsto".

1/12

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli