04 January 2017

Dakar 2017, tappa 3: Barreda show!

Dakar 2017: risultati, classifiche, report e foto della terza tappa di gara. Nel day 3 Joan Barreda spinge forte fin dall’inizio con la sua Honda e straccia tutti gli avversari: sul traguardo il suo vantaggio su Sunderland, secondo, è superiore ai 13’. Giornata no per Toby Price, che perde molti minuti preziosi

SI INIZIA A SALIRE

Dopo le prime due giornate di gara disputate a bassa quota (qui il report del day1, qui il day2) nella terza tappa i piloti della Dakar 2017 iniziano a fare i conti anche con l’alitudine! La tappa del 4 gennaio porta i da San Miguel de Tucuman a San Salvador de Jujuy (Argentina), distanti tra loro 780 km; nel mezzo ben 364 di prova speciale, spezzata in due da una neutralizzazione di 148 km. Dopo aver lasciato il bivacco della notte, i piloti puntano a ovest, verso le Ande, con un trasferimento iniziale di circa 200 km. Alle pendici della Cordillera inizia la pima parte (240 km) della prova speciale: una salita costante con buona parte del percorso al di sopra dei 3.000 metri, con molti tratti di navigazione pura in fuoripista tra le montagne argentine. Una volta fuori dalla prima parte della speciale i piloti devono salire fino a 5.000 metri s.l.m. percorrendo la Ruta Nacional 40, prima di affrontare il tratto finale di gara (124 km) che si disputa ad un’altitudine media di circa 4.000 metri.
Oltre alla difficoltà del percorso e ai problemi legati all’altitudine, nel corso della terza tappa i piloti devono fare i conti anche con vari guadi, che possono rivelarsi molto insidiosi dopo la pioggia caduta nei giorni scorsi. 

SUPER BARREDA!

In seguito ai problemi occorsi nella giornata di ieri, numerosi piloti non si presentano al via della terza tappa, tra di loro l’italiano Domenico Cipollone, Maciej Berdysz, Markus Berthold e Lukas Kvapil. Non prendono il via nemmeno 4 dei 5 piloti del Team Zongshen (Willy Jobard, Jen Hsien Chi, Zhao Hongyl, Zhang Min), alla prima Dakar ufficiale; per il costruttore cinese rimane in gara solo il francese Thierry Béthys (attualmente 116° in classifica)
Seguendo l’ordine della classifica della tappa 2, il primo a partire è Toby Price, seguito da Matthias Walkner e Paulo Goncalves. Joan Barreda, 8° in classifica generale con già 5 minuti di ritardo, deve iniziare a spingere se vuole restare in lotta per la vittoria finale. L’attacco del pilota Honda non si fa attendere e già al primo checkpoint di giornata Barreda si porta davanti a tutti, con un vantaggio di 5’19” su uno strepitoso Caimi (che, a dispetto del cognome, è argentino...) e di 5’37 su Renet. Problemi di navigazione per Toby Price, che accumula un ritardo già superiore ai 20 minuti. Non contento del suo vantaggio, Barreda continua a spingere e al termine della prima parte della speciale, prima della neutralizzazione, si trova al comando della gara con ben 10’11” di vantaggio su Quintanilla e 11’28” su Sunderland. Dietro di loro Metge (+13’05), Caimi (+13’15”) e Renet (+14’01”). Resta stabile il ritardo di Toby Price, che passa al rilevamento cronometrico in 14esima posizione con un ritardo di 20’07”; poco dietro a lui troviamo de Soultrait (che però ha saltato diversi punti intermedi e per questo potrebbe essere penalizzato), Laia Sanz e il nostro Alessandro Botturi (+22’30”). Brutte notizie invece per Jacopo Cerutti, che giunge al termine della prima parte della speciale con un brutto infortunio alla mano destra, probabilmente provocato da una caduta; per lui potrebbe arrivare il ritiro dalla Dakar.
Dopo i 148 km di neutralizzazione i piloti ripartono per la seconda parte della speciale odierna. Joan Barreda continua a spingere forte e passa con il miglior tempo a tutti i punti di controllo. Non solo mantiene la leadership della gara, ma Joan riesce anche ad incrementare il suo vantaggio sugli avversari.
Sul traguardo il primo degli inseguitori è Sam Sunderland, con un ritardo di 13’29”. Dietro di lui Renet a 16’30 dal leader, Quintanilla a 17’02 e Goncalves a 17’20”. Nono Toby Price, a 22’51”.
 
Con questa super prova Joan Barreda si porta al comando anche della classifica generale con un vantaggio di 11’20 su Sunderland e di 14’42 su Goncalves. In fondo all’articolo trovate la Top 10 di tappa e quella generale, cliccate qui per le classifiche complete della Dakar 2017.

AGGIORNAMENTO: al bivacco della notte a Joan Barreda viene inflitta una penalità di 1', ovviamente ciò non influisce dul risultato della tappa, ma solo sui distacchi con gli avversari (in fondo all'articolo trovate le classifiche aggiornate). 

LA DAKAR TRICOLORE

Purtroppo, in conseguenza dell’infortunio riportato alla mano destra, i medici impediscono a Cerutti di risalire in sella e Jacopo è costretto ad abbandonare la sua Dakar. Queste le parole con le quali Jacopo su Facebook annuncia il suo ritiro: “Purtroppo la mia Dakar finisce qui... oggi a pochi km dall'inizio della speciale una scivolata mi ha fatto perdere il controllo della moto che con tutto il suo peso mi è caduta sulla mano destra. Ho concluso ugualmente la prima speciale, ma una volta arrivato alla fine, i medici non mi hanno permesso di proseguire a causa dei danni riportati alla mano: una brutta lacerazione al palmo con una conseguente lesione di un tendine. Sto ancora aspettando una diagnosi definitiva. Grazie a tutti coloro che mi hanno sostenuto durante la gara e che continuano a farlo anche adesso!”.

Dopo il ritiro di Cerutti, e quello di Domenico Cipollone avvenuto nel corso della seconda tappa, rimangono otto i piloti italiani in gara in questa Dakar 2017: Alessandro Botturi (Numero 18, Yamaha WR 450 F), Livio Metelli (53 – categoria Malle Moto, KTM 450), Manuel Lucchese (54 – categoria Malle Moto, Yamaha WR 450 F), Franco Picco (61 – categoria Malle Moto, Yamaha WR 450 F), Dicoleziano Toia (63 – categoria Malle Moto, KTM 450), Simone Agazzi (68, Honda CRF450 Rally), Alessandro Ruoso (70 – rookie, KTM 450), Luca Manca (99, KTM 450), Matteo Olivetto (167 – rookie categoria Malle Moto, KTM 450).
 
Nella terza giornata di gara, il migliore degli azzurri è Alessandro Botturi, che chiude la tappa in 20esima posizione, con un ritardo di 36’27” dal leader.
AGGIORNAMENTO: 
Arrivati al bivacco a Botturi viene inflitta una penalità di 20' per aver saltato un way point, per questo Alessandro scivola in 27esima posizione di giornata (resta comunque il miglior azzurro in gara).
 
In fondo all’articolo trovate la Top 10 di tappa e le posizioni degli italiani aggiornate (qui tutte le classifiche della Dakar 2017).

DALL’ARGENTINA ALLA BOLIVIA

La quarta tappa della Dakar 2017 porta i piloti da San Salvador di Jujuy a Tupiza, si lascia quindi l’Argentina per entrare in Bolivia, in una tappa che misura 521 km, di cui 416 di prova speciale. Al via dunque il trittico di tappe con speciali massacranti, con prove cronometrate superiori ai 400 km. Inoltre, nella quarta tappa i piloti iniziano ad affrontare la grandi dune sabbiose, vere e proprie montagne di sabbia in grado di raggiungere in alcuni casi anche i 3.000 metri di altitudine!
Qui sotto trovate le classifiche con la Top 10 dopo la terza giornata di gara (qui tutte le classifiche della Dakar 2017); e non perdetevi la gallery con le immagini della 39esima edizione del rally più duro al Mondo!

DAKAR 2017 - CLASSIFICA DAY 3

 
Pos. Pilota Moto Tempo Distacco Penalità
1 11 BARREDA BORT (ESP) HONDA 04:22:41 - 00:01:00
2 14 SUNDERLAND (GBR) KTM 04:36:10 00:12:29 -
3 31 RENET (FRA) HUSQVARNA 04:39:11 00:15:30 -
4 3 QUINTANILLA (CHL) HUSQVARNA 04:39:43 00:16:02 -
5 17 GONCALVES (PRT) HONDA 04:40:01 00:16:20 -
6 6 VAN BEVEREN (FRA) YAMAHA 04:43:21 00:19:40 -
7 67 CAIMI (ARG) HONDA 04:43:50 00:20:43 -
8 8 FARRES GUELL (ESP) KTM 04:44:24 00:20:43 -
9 1 PRICE (AUS) KTM 04:45:32 00:21:51 -
10 9 BRABEC (USA) HONDA 04:47:57 00:24:16 -
27 18 BOTTURI (ITA) YAMAHA 04:59:08 00:35:27 00:20:00
48 70 RUOSO (ITA) KTM 05:43:22 01:19:41 00:02:00
51 68 AGAZZI (ITA) HONDA 05:49:49 01:26:08 -
71 99 MANCA (ITA) KTM 06:28:51 02:05:10 -
72 53 METELLI (ITA) KTM 06:31:01 02:07:20 -
85 54 LUCCHESE (ITA) YAMAHA 06:57:33 02:33:52 -
110 61 PICCO (ITA) YAMAHA 08:05:27 03:41:46 -
119 63 TOIA (ITA) KTM 08:27:28 04:03:47 00:02:00

DAKAR 2017 - CLASSIFICA GENERALE DOPO IL DAY 3

Pos. Pilota Moto Tempo Distacco Penalità
1 11 BARREDA BORT (ESP) HONDA 07:35:30 - 01:00:00
2 14 SUNDERLAND (GBR) KTM 07:46:50 00:10:20 -
3 17 GONCALVES (PRT) HONDA 07:50:12 00:13:42 -
4 3 QUINTANILLA (CHL) HUSQVARNA 07:51:26 00:14:56 -
5 1 PRICE (AUS) KTM 07:52:49 00:16:19 -
6 6 VAN BEVEREN (FRA) YAMAHA 07:58:30 00:22:00 -
7 8 FARRES GUELL (ESP) KTM 07:58:30 00:20:00 -
8 31 RENET (FRA) HUSQVARNA 07:59:37 00:23:07 -
9 9 BRABEC (USA) HONDA 07:59:43 00:23:13 -
10 2 SVITKO (SVK) KTM 08:02:24 00:25:54 -
25 18 BOTTURI (ITA) YAMAHA 08:37:33 01:01:03 00:25:00
45 70 RUOSO (ITA) KTM 09:28:08 01:51:38 -
54 68 AGAZZI (ITA) HONDA 10:03:06 02:26:36 -
62 99 MANCA (ITA) KTM 10:16:44 02:40:14 -
66 53 METELLI (ITA) KTM 10:32:19 02:55:49 -
73 54 LUCCHESE (ITA) YAMAHA 10:48:27 03:11:57 -
122 61 PICCO (ITA) YAMAHA 13:42:03 06:05:33 00:01:00
125 167 OLIVETTO (ITA) KTM 16:52:08 09:15:38 00:01:00

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA