SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Chrono Alps 500: vince il nostro Aldo Benardelli

Sono stati 114 i partecipanti alla prima gara di regolarità per Harley-Davidson. Tra bellissime strade e un trionfo di V-Twin made in USA, a vincere è stato il collaboratore di Motociclismo, super esperto di questo tipo di gare

Chrono alps 500: vince il nostro aldo benardelli

Si è conclusa sabato 13 luglio la prima edizione della Chrono Alps 500, competizione di regolarità per Harley-Davidson organizzata da Harley-Davidson Brescia e Brescia Chapter. Un’edizione di grande successo, con 114 partecipanti che hanno sfidato il cronometro ma soprattutto approfittato per farsi un bel viaggio in Harley-Davidson da Brescia a Bolzano e ritorno, 500 km di strade bellissime, scelte accuratamente per evitare il traffico. Senza contare che ciascuna delle due tappe si concludeva con una bella serata di festa. Ma ovviamente c’era una gara da disputare, anche se non di velocità, e a vincerla è stato il nostro storico collaboratore Aldo Benardelli, uno che queste competizioni le conosce a menadito avendone vinte numerose con le sue amatissime Vespa. Benardelli è riuscito a contenere le penalità in 95 centesimi di secondo. Significa che il tempo imposto in cui avrebbe dovuto percorrere gli 8 tratti cronometrati (lunghi da 4 a 40 km) non è stato rispettato solo per 95 centesimi. Ragionare in centesimi è normale per questo tipo di gare, dove le velocità di percorrenza sono tutte calcolate in modo da arrivare al punto di uscita facendo fermare il cronometro il più vicino possibile al valore previsto dal regolamento. Ogni centesimo di “sforamento” diventa una penalità e il nostro Aldo ha collezionato 41 penalità nelle prime 4 prove e 54 nella seconda. L’equipaggio che si è classificato 2° ha accumulato un centinaio di penalità in più.

 

PARLA IL VINCITORE

Sì, ho provato davvero una grande emozione quando hanno scandito il mio nome tra gli applausi di tutti i presenti: la Chrono Alps 500 mi ha visto vincitore al termine di due giornate davvero da ricordare. Innanzitutto perché era la prima volta in assoluto che si inseriva la formula della regolarità in un ‘run’ in sella ai mastodonti americani; e poi per la scelta degli itinerari da Brescia a Bolzano e ritorno, percorsi su strade di incredibile fascino paesaggistico e a dir poco ideali per qualsiasi motociclista. Il merito va sicuramente agli organizzatori – davvero impeccabili i ragazzi del Brescia Chapter che fa riferimento alla Concessionaria Harley-Davidson dell’appassionato e disponibilissimo Francesco Lonati - che hanno approntato una manifestazione davvero perfetta sotto tutti punti di vista e che è scivolata senza intoppi di alcun genere. Per non parlare poi degli sponsor che hanno permesso delle premiazioni davvero lussuose! Per quanto riguarda la mia performance, conclusa con un numero di penalità al centesimo di secondo davvero contenuto nelle otto prove speciali, il più sorpreso sono io! Una trentina di anni addietro facevo una simile regolarità ma in Vespa e con presa dei tempi con fotocellula: trovarmi a fare surplace con una moto da 350 kg e cercare di farla passare sui pressostati al tempo più preciso, è stata sicuramente un’esperienza nuova che penso abbia divertito e stimolato anche i partecipanti neofiti del cronometro. Che mi dicono già convinti e pronti a rivivere l’esperienza l’anno prossimo, sicuramente più agguerriti che mai per impedire che la vittoria vada ad un ‘forestiero’…

 

Aldo si è aggiudicato un viaggio negli USA con entrata al museo Harley-Davidson, e l'orologio U-Boat collezione limitata Chrono Alps 500 in palio anche al 2°e al 3° classificato. La prossima edizione si terrà l’11 luglio 2014 e il percorso sarà presentato già a settembre 2013.

 

Classifica

  1. Aldo Benardelli (Milano)
  2. Roberto Rosa e Ottorino Pellini (team bresciano che vince l'orologio U-boat e un buono spesa di 1000 euro da utilizzare all’Harley-Davidson Brescia)
  3. Lorenzo Moggio (trentino, per lui un buono spesa di 500 euro e l’orologio U-Boat)
  4. Fabrizio Aurora e Bianca Federici
  5. Giovanni Apollonio e Marina Roscia
  6. Alessandro Fassone
  7. Mauro Felisatti
  8. Nicola Zanetti e Maurizio Bertinelli
  9. Paolo A. Casadio e Antonella Zappamiglio
  10. Riccardo Beria e Olga Grechka

 

CURIOSITÀ

Prime Lady Classificate: Il team composto da Francesca Gelmi e Patrizia Ballerini. La Moto più “anziana” al traguardo: la Harley-Davidson Softail FXSTC del 1989 di Rino Cenacchi (Harley-Davidson Savona). Il primo team: il Brescia Chapter 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA