BMW G 650 GS: test

La BMW G 650 GS è maneggevole e facile. Il motore è molto elastico, pur trattandosi di un monocilindrico. Gira rotondo e riprende bene fin da 2.000 giri. Agli alti regimi vibra un po’.

Bmw g 650 gs: test

PesaroBMW G 650 GS: l’abbiamo testata in anteprima sulle strade della provincia marchigiana. È molto bassa da terra, perciò è una moto molto facile, anche per chi non ha esperienza. Pesa 192 kg, ma si governa con facilità, anche grazie al manubrio largo. È molto maneggevole. Ha un ottimo raggio di sterzo, che non mette mai in difficoltà, nemmeno nelle inversioni fatte in città. Il motore è molto elastico, pur trattandosi di un monocilindrico. Gira rotondo e riprende bene fin da 2.000 giri. Vibra agli alti regimi, soprattutto sulla sella, che è molto comoda e ampia, e sulle pedane. Un altro piccolo difetto che abbiamo rilevato è nella frenata: è molto ben modulabile, ma l’anteriore è abbastanza spugnoso. La versione che abbiamo testato era equipaggiata con l’ABS (optional offerto in promozione a 400 euro, cioè a metà del prezzo di quelli montati su tutto il resto della gamma BMW). È disinseribile nell’uso in fuoristrada.

Con la BMW G 650 GS abbiamo fatto anche un pezzo in off-road su una strada bianca. Ci ha fatto una buona impressione, anche se la zona pedane ed i fianchetti avrebbe dovuto essere più snella per potere stringere meglio la moto fra le gambe. Avremmo voluto anche il manubrio più alto. Se il peso è ben governabile in città, tuttavia la BMW 650 GS resta una moto troppo pesante nell'utilizzo in fuoristrada.

La moto sarà disponibile dalla seconda metà di febbraio. Costa 6.950 euro chiavi in mano.

 

Per sapere nel dettaglio come è fatta la BMW G 650 GS clicca qui oppure sul link che trovi a inizio pagina.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA