di Beppe Cucco - 26 maggio 2017

Concept Link: video del prototipo di scooter elettrico BMW in azione

BMW Concept Link: due nuovi video del prototipo elettrico della Casa bavarese presentato al Concorso di Eleganza Villa d’Este 2017. I filmati ce ne spiegano la filosofia e ci mostrano in azione lo scooter che connette il pilota al mezzo e al mondo. Il design anticipa lo stile dei futuri scooter BMW

L'idea dietro il concept

Dai prototipi ai veicoli di serie

In occasione del Concorso di Eleganza Villa d’Este 2017, BMW presenta il prototipo di un veicolo elettrico per la mobilità del futuro: Concept Link (qui le foto). Ispirato al progetto BMW Vision Next 100 (il due ruote futuristico presentato lo scorso anno in occasione del centenario della Casa) questo veicolo integra alcuni dispositivi di connettività digitale con ciò che il pubblico chiede per gli spostamenti di tutti i giorni. Questo significa nuovi materiali e nuove tecnologie, senza dimenticare però lo stile e il design.

Negli ultimi anni la Casa di Monaco ha sempre presentato qui prototipi diventati poi modelli di serie: nel 2013 “Ninety” (che poi è diventato la R nineT), nel 2014 “Concept Roadster” ( R 1200 R), nel 2015 “101” (K 1600 GT) e nel 2016 “Hommage”, che dovrebbe diventare la futura bobber della Casa di Monaco. Potremmo quindi ipotizzare che ben presto anche il nuovo Concept Link diveterà un veicolo destinato alla produzione di serie. Andiamo a conoscerlo meglio.
1/21 Concept Link non è un semplice mezzo di trasporto, ma potremmo considerarlo un vero e proprio “assistente personale”.

Il C Evolution si “evolve”

Il nuovo veicolo elettrico Concept Link si basa sulla tecnologia dello scooter C evolution e dovrebbe (utilizziamo il condizionale perché la casa non ha rilasciato info dettagliate in merito) disporre della stessa struttura metallica, che funziona sia da telaio che da contenitore per il gruppo batterie (al litio) e per l’elettronica di controllo. La trazione è sulla ruota posteriore e per aiutare il pilota nelle manovre da fermo è presente la retromarcia. Nulla è stato dichiarato per quanto riguarda le prestazioni del veicolo, ma è logico aspettarsi risultati simili, se non superiori, a quelli del C evolution.

Il passo lungo, la silouette sottile e la sella piatta, in combinazione con la linea diagonale che taglia la parte anteriore del veicolo e gli angoli spigolosi donano al Concept Link un look moderno e futuristico. A questo scopo contribuiscono anche i colori scelti: il grigio “Titanio liquido” in contrasto con alcune parti del veicolo in nero opaco e dettagli arancio fluo. I colori sono disposti diagonalmente per accentuare le doti dinamiche del veicolo.
Per una maggior comodità durante il viaggio, sul Concept Link la sella può essere regolata in lunghezza, scegliendo tra la configurazione per il solo pilota, oppure pilota + passeggero.

Il tuo assistente personale

Secondo BMW però, la grande rivoluzione è la “connessione” tra il veicolo, il pilota e l'ambiente circostante. Come detto infatti, Concept Link non è un semplice mezzo di trasporto, ma potremmo considerarlo un vero e proprio “assistente personale”. Ad esempio, il veicolo è in grado di connettersi all’agenda del pilota e indicare la strada più veloce, oppure quella più panoramica, per portarlo al prossimo appuntamento e, se il pilota lo desidera, il veicolo è in grado di scegliere anche la musica più adatta per quel percorso. Al posto della strumentazione classica troviamo un head-up display, che proietta sul piccolo parabrezza le info principali del viaggio (come ad esempio la velocità, l’autonomia delle batterie, la navigazione…), abbinato ad un pannello touch screen presente sul cruscotto con le informazioni “secondarie”.

Per il pilota di questo mezzo futuristico la Casa ha pensato ad un abbigliamento speciale: non la classica giacca motociclistica, ma un elegante cappotto corto in panno di loden idrorepellente, con protezioni su spalle e gomiti invisibili esternamente. La particolarità è che anche la giacca è connessa al mezzo: facendo un movimento con il braccio ad esempio, si apre e si chiude automaticamente il vano sottosella.
BMW Concept Link: lo sportello del vano sottosella si apre con un sensore di prossimità che "dialoga" con un trasmettitore annegato nell'abbigliamento dedicato.

“Un mezzo di trasporto, ma anche uno strumento di comunicazione”

Queste le parole di Edgar Heinrich, responsabile del design BMW Motorrad: “BMW Concpet Link è una nuova concezione di mobilità urbana. È il collegamento tra il mondo analogico e quello digitale e mette al centro dell’interesse il pilota e la sua necessità di mobilità. Il veicolo infatti è sia un mezzo di trasporto che uno strumento di comunicazione. Secono me, BMW Concept Link con il suo stile minimalista e senza tempo, è molto di più che un prototipo, è l’inizio di una nuova era”.


Alexander Backan, capo del design dei veicoli BMW, ha aggiunto: “BMW Motorrad Concept Link non si basa sui concetti di mobilità attuali, ma soddisfa le esigenze di funzionalità e di tecnica e la realtà digitale che gli utenti di oggi chiedono per il futuro. La tecnologia utilizzata per il motore elettrico -come ad esempio le batterie piatte alloggiate nel sottofondo e il motore compatto- ci hanno permesso di creare un design altamente distintivo, che crea un nuovo segmento. Ciò che ne risulta è dunque completamente nuovo per BMW Motorrad e rompe tutti gli schemi stilistici ai quali eravamo abituati”.
BMW Concept Link: al posto della strumentazione classica troviamo un head-up display, che proietta sul piccolo parabrezza le info principali del viaggio (come ad esempio la velocità, l’autonomia delle batterie, la navigazione…), abbinato ad un pannello touch screen presente sul cruscotto con le informazioni “secondarie”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli