SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Pirelli Scorpion Trail II: il test su strada negli USA

Abbiamo messo alla prova, sulle strade intorno a New York, il nuovo pneumatico della Casa italiana destinato alle moto del segmento enduro stradale. Completamente rivisto rispetto al predecessore: doppia mescola (al posteriore) e novità per il profilo, la carcassa e il battistrada. Ecco le impressioni di guida

Pirelli scorpion trail ii: il test su strada negli usa

Negli ultimi anni il segmento delle moto crossover è diventato uno dei più importanti del mercato (secondo i dati di vendita di inizio 2015 è secondo solo a quello della naked). Si tratta di moto molto esigenti dal punto di vista dei pneumatici, in quanto questi devono essere in grado di accontentare sia lo smanettone sportivo, sia il turista più tranquillo che magari desidera percorrere anche qualche chilometro in off road. Capite che realizzare un pneumatico adatto ad ogni situazione non è affatto semplice, anche perché le potenze in gioco a volte sono molto elevate (come ad esempio i 160 CV della nuova Ducati Multistrada o della KTM 1290 Super Adventure), e la tenuta di strada, la durata e il confort di marcia non sono sacrificabili. Per venire incontro alle esigenze dei clienti Pirelli ha realizzato il nuovo pneumatico Scorpion Trail II, che coniuga le caratteristiche offerte da un prodotto off road a quelle di uno sport touring. Prima di scoprire come si comporta su strada il nuovo neumatico, vediamo quali sono le novità e le modifiche rispetto al suo predecessore (che abbiamo recentemente messo alla prova durante la nostra comparativa crossover, su Ducati Hypermotard e Honda Crossrunner).

Completamente nuovo rispetto al predecessore

Pirelli è stata la prima azienda ad aver introdotto la soluzione bimescola in alcune misure di pneumatici posteriori da enduro street come lo Scorpion Trail; oggi la Casa è in grado di applicare questa tecnologia a tutti i pneumatici posteriori della gamma Scorpion Trail II. Rispetto al suo predecessore, il nuovo pneumatico è stato ridisegnato completamente; ora presenta una fascia centrale di mescola più dura, in grado di garantire un chilometraggio maggiore, senza però che ciò comprometta le prestazioni in curva. La mescola laterale, più morbida, è stata invece studiata per offrire il massimo grip in piega e ottimizzare l’equilibrio tra prestazioni su asciutto e su bagnato. Il nuovo profilo dispone di un’area di contatto con il terreno più corta (- 6%) e più larga (+10%), ciò contribuisce a ridurre ed uniformare l’usura, permettendo così un maggiore chilometraggio (la Casa dichiara una percorrenza superiore del 30-60%, in base alle misure). Il disegno del battistrada è dato dall’unione dello stile off road della linea Scorpion arricchito con l’esperienza maturata da Pirelli con la linea sport touring Angel GT. La Casa assicura che gli intagli laterali sono in grado di offrire un drenaggio ottimale in caso di pioggia e assicurano un’ottima tenuta in fuoristrada. L’anima dello Scorpion Trail II è una nuova carcassa rinforzata che consente di sfruttare al meglio le nuove mescole, anche con moto a pieno carico, in off road e su fondi bagnati, garantendo, assieme al nuovo intaglio del battistrada, elevata stabilità ad alte velocità.

Ottima tenuta in piega e buon feeling fin da subito

Il banco di prova del nuovo pneumatico Pirelli Scorpion Trail II sono le strade intorno all’Hudson River, nelle vicinanze di New York. Qui la Casa italiana ha pianificato un percorso di circa 200 km, ricco di curve e di paesaggi mozzafiato (come potete vedere dalle foto nella gallery). Per testare a fondo il nuovo pneumatico, Pirelli ci ha messo a disposizione BMW R 1200 GS, Ducati Multistrada 1200 e Kawasaki Versys 1000. Nonostante il tempo non sia stato dei migliori (la temperatura è sempre stata sotto ai 5° C), fin dai primi metri il feeling che questi pneumatici sono stati in grado di trasmettere è stato eccezionale: già dalle prime svolte, con la gomma ancora fredda, offrono una sensazione di grande sicurezza e stabilità. Le curve scorrono veloci e il pneumatico è sempre in grado di seguire la strada al meglio, anche su fondi non proprio perfetti e umidi, scende in piega velocemente e offre un appoggio stabile per tutta la percorrenza in curva, rendendo la guida fluida e sicura. Ciò permette al pilota di non dover pensare continuamente al comportamento della gomma, ma solo al proprio divertimento in sella. Insomma, un notevole passo in avanti rispetto al modello precedente. Il Pirelli Scorpion Trail II un ottimo prodotto per chi cerca una gomma adatta all’utilizzo stradale (anche con guida sportiva) ma che permette di effettuare qualche percorso di fuoristrada leggero.

Personalizzazzione e misure disponibili pirelli scorpion trail ii

La spalla del nuovo Scorpion II è personalizzabile a piacimento dall’utente finale, potete infatti far inserire il vostro nome, un logo, una bandiera o qualsiasi altra cosa desiderate; cliccate qui per sapere come fare. Di seguito le misure disponibili:

Anteriore

  • 120/70 ZR 17 M/C (58W) TL
  • 100/90 - 18 M/C 56V TL
  • 100/90 - 19 M/C 57V TL
  • 110/80 R 19 M/C 59V TL
  • 120/70 ZR 19 M/C 60V TL
  • 90/90 - 21 M/C 54V TL

Posteriore

  • 130/80 R 17 M/C 65V TL
  • 140/80 R 17 M/C 69V TL
  • 150/70 R 17 M/C 69V TL
  • 160/60 ZR 17 M/C (69W) TL
  • 170/60 ZR 17 M/C (72W) TL
  • 180/55 ZR 17 M/C (73W) TL
  • 190/55 ZR 17 M/C (75W) TL

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA