Ninja H2/H2R: “Che risultato, 326 CV con benzina standard”

Perché la H2 ha “solo” 200 CV? Si può “sbloccare”? E vedremo altre Kawasaki sovralimentate? Questi e altri temi in un’intervista esclusiva con Satoaki Ichi, responsabile di progetto

le domande che tutti avreste voluto fare

1/30 Kawasaki Ninja H2 e H2R: la presentazione in Qatar, sul circuito di Losail
Dopo l’intervista al designer, torniamo a parlare di Kawasaki Ninja H2 e H2R (cliccate qui per conoscere la versione 2016) facendo al progettista le domande di cui tutti vorrebbero conoscere le risposte. L’ing. Satoaki Ichi parla del divario prestazionale tra H2 e H2R, del futuro della sovralimentazione secondo Kawasaki, delle sfide che i progettisti hanno dovuto affrontare e vincere nel dare corpo al progetto Ninja H2/H2R. Al di là dell’aspetto squisitamente tecnologico, noi con le Ninja sovralimentate ce la siamo goduta parecchio, in pista a Losail  e nientemeno che al Nürburgring. Ma ora la parola al progettista. 
 

intervista esclusiva a Satoaki Ichi, responsabile di progetto Kawasaki Ninja H2/H2R

Perché la H2 ha solo 200 CV, quando potrebbe facilmente averne molti di più? Esistono magari degli accessori originali Kawasaki per potenziarla?
No, come Kawasaki non abbiamo previsto parti per questo scopo. Il motore però ha in sostanza la stessa potenzialità di quello della H2R, per cui se i nostri clienti volessero, sotto la loro responsabilità, potrebbero ottenere più potenza.
 
Ma perché presentare una moto così con lo stesso livello di potenza di ZZR1400 e Ninja ZX-10R?
Nello sviluppo della H2R abbiamo cercato la massima performance, mentre il target della H2 sono i clienti che la useranno su strada. Abbiamo quindi considerato le condizioni del traffico, la manutenzione, la guidabilità. E abbiamo deciso che 200 CV sono più che abbastanza. Per i clienti che vogliono davvero andare oltre i 200 CV c’è la H2R.
 
Non è la prima volta che vediamo una moto sovralimentata, in passato ci sono stati vari modelli. La H2/H2R è un’altra moto unica o è qualcosa di più?
Kawasaki ha un sacco di tecnologia nelle sue compagnie ed è per questo che possiamo disegnare compressori specifici per ogni motore. Le altre Case devono comprarne di già fatti, che non funzionano altrettanto bene. Questa è la nostra forza. Magari ricorderete che il nostro presidente in un suo discorso ha affermato che la sovralimentazione non è legata solo alle performance, ma è anche a favore di emissioni, consumi. Ecco perché noi crediamo che per il nostro Marchio sarà una delle tecnologie chiave per il futuro.
 
Vedremo quindi motori di piccola cubatura sovralimentati?
Sì. (infatti al 44° Tokyo Motor Show Kawasaki ha presentato un nuovo motore e un concept per moto sovralimentata “da turismo”)
 
Quale è stata la parte più complicata da progettare?
Da un punto di vista ingegneristico la sfida più probante è stata far raggiungere alla H2R un tale livello di potenza con benzina normale, regolarmente in vendita. Se avessimo previsto l’utilizzo di benzina da gara sarebbe stato relativamente facile, ma con quella che si compra dal distributore è stato abbastanza difficile

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA