Annullata la Dakar 2008 per colpa di Al Qaeda

Dakar 2008 annullata: sembra incredibile, eppure è così. La gara, alla sua trentesima edizione, doveva partire il 5 gennaio da Lisbona e aveva il suo piatto forte nelle otto tappe in Mauritania, che è però la Nazione in cui i terroristi islamici di Al Qaeda hanno appena ucciso quattro turisti francesi. Si sono così create forti perplessità sull’opportunità di correre, con il Governo francese che consigliava l’ASO (società che organizza la gara) di annullare il tutto e quello della Mauritania che

Annullata la dakar 2008 per colpa di al qaeda


Milano 4 gennaio 2008 - Dakar 2008 annullata: sembra incredibile, eppure è così. La gara, alla sua trentesima edizione, doveva partire il 5 gennaio da Lisbona e aveva il suo piatto forte nelle otto tappe in Mauritania, che è però la Nazione in cui i terroristi islamici di Al Qaeda hanno appena ucciso quattro turisti francesi. Si sono così create forti perplessità sull’opportunità di correre, con il Governo francese che consigliava l’ASO (società che organizza la gara) di annullare il tutto e quello della Mauritania che, comprensibilmente, assicurava che non ci sarebbero stati problemi. Conscia della perdita di credibilità in caso di attacchi alla carovana, alla fine la ASO ha deciso di cancellare l’evento, con una conferenza avvenuta a mezzogiorno del 4 gennaio, quando i mezzi erano già alle verifiche e Lisbona viveva l’eccitazione tipica di questo evento. Nell’incredibile atmosfera di una delusione simile, gli organizzatori hanno promesso una grande edizione 2009 ma, con il terrorismo islamico sempre più aggressivo, è probabile che le Dakar del futuro si correranno in altri continenti. Nella foto Matteo Graziani, il nostro italiano più forte, sponsorizzato dalla Alfa Romeo. Raggiunto al telefono, era profondamente deluso: “Proprio quest’anno che avevo la moto, la squadra e l’assistenza giusta per fare una bella gara…”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA