SPECIALE SALONE EICMA 2022
Tutte le novità Casa per Casa

Yamaha presenta un nuovo motore per le E-Bike

Evoluzione della ST, la nuova unità motore per E-Bike Pwseries S2 è stata sviluppata per essere più leggera e performante, rendendola idonea ad un utilizzo a 360 gradi

1/23

La casa di Iwata nel corso degli anni ha acquisito una notevole competenza in merito al mondo delle E-bike, dalla presentazione del primo modello di serie nel 1993 all’arrivo della nuova unità motore PWseries S2 recentemente presentata.

Si tratta di un motore nato seguendo il concetto “less is more”, termine coniato dal celebre architetto tedesco Ludwig Mies Van Der Rohe per esprimere il proprio stile architettonico, basato su due pilastri fondamentali: ordine e razionalità. Il risultato di un percorso razionale è fatto di scelte, dalla complessità all’essenzialità, fino ad arrivare ad un punto di perfetto equilibrio in cui nulla può essere tolto e nulla aggiunto.

Tornando in tema, il nuovo motore Yamaha sfrutta le basi della precedente unità migliorandosi in termini di performance, offrendo una potenza maggiore del 7% grazie ai 75 Nm di coppia e riducendo il peso del 16%, facendo fermare ora l’ago della bilancia a soli 2,85 kg.

Le dimensioni compatte del motore sono a tutto vantaggio anche dei produttori di E-bike: una unità più compatta offre maggior libertà nello sviluppo dei telai, diminuendo l’ingombro e permettendo ai costruttori di renderli più rigidi e compatti. Altra caratteristica del nuovo propulsore è l’essere stato sviluppato per migliorare il feeling della pedalata grazie ad una staffa inferiore più corta.

Unitamente al motore è stato presentato il nuovo display con un'interfaccia sviluppata per fornire informazioni accessibili e ed essere facile da utilizzare, con un design "pronto all'uso" che richiede una configurazione minima. Lo schermo LCD da 3 pollici consente di visualizzare informazioni in formato grande in lingua inglese, tedesco, francese, olandese, italiano e spagnolo e può essere connesso allo smartphone. La posizione centrale dell'interfaccia utente lascia sul manubrio molto spazio per fissare un supporto in cui inserire lo smartphone e consente l'erogazione della potenza tramite una porta USB micro-B 1 che aiuta a prevenire il consumo della batteria del telefono quando si utilizzano app dispendiose.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA