di Tarcisio Olgiati
- 30 September 2014

Yamaha concept 01GEN: la “moto” a 3 ruote

Un innovativo veicolo che non è uno scooter ma (evidentemente) nemmeno una moto. È un nuovo tipo di mezzo pensato per dare al pilota una sensazione di guida unica e nuova, su strada e fuoristrada. Il design prefigura le idee Yamaha sul futuro della moto (e non solo)

Yamaha concept 01gen: la “moto” a 3 ruote

Yamaha si muove a Intermot tra tradizione (le XJR1300 standard e Racer), grinta giovanile (la MT-07 Motocage) e proiezione verso il futuro dei “mezzi di mobilità individuale”. A quest’ultima categoria appartiene il concept 01GEN presentato in Germania, un “on & off crossover” dal design a dir poco sorprendente. Come da tradizione nel mondo dei motori, la dicitura “on & off” indica un veicolo che si muove sia su strada asfaltata che in fuoristrada, ma in Yamaha dichiarano che “richiama anche la natura on & off del ritmo generato dal cambiamento di stato d’animo, quando si passa dall’adrenalina di una guida impegnativa al senso di libertà di una guida rilassata”. Guardate il video, poi continuiamo.

 

 

3 RUOTE PER TUTTI GLI USI

Le linee sono filanti e fluide, perfino quasi simmetriche tra anteriore e posteriore. Ci pensa però la tecnica a distinguere nettamente tra avantreno e retrotreno: davanti ci sono infatti 2 ruote di diametro inferiore rispetto alla posteriore, con un sistema di sospensione/sterzo/inclinazione che parrebbe una versione “in grande” del sistema del Tricity. Nelle (poche) foto della gallery si vede un veicolo dalle proporzioni decisamente motociclistiche, con un motore apparentemente mono o bicilindrico, con distribuzione (sempre apparentemente) bialbero in testa e raffreddamento a liquido. Attualmente, nella produzione Yamaha non esiste un motore del genere, coi cilindri così fortemente inclinati, quindi aspettiamoci novità. La trasmissione finale è a cinghia, che fa un giro “strano”, come se ci fosse una puleggia tendicinghia centrale. Nella zona delle pedane (vagamente off road ma parecchio avanzate), l’assenza di comandi a pedale suggerisce il cambio automatico, mentre la frenata a triplo disco non pare essere assistita dall’ABS. Al reparto sospensioni si segnala il bel forcellone che aziona un monoammortizzatore pneumatico, mentre gli pneumatici mostrano un curioso layout bicolore con una tassellatura “al contrario”: battistrada più scavato sulle spalle e più “pulito” al centro. Diciamo che forse si è pensato soprattutto al look, riprendendo anche sulle ruote (belli i cerchi a 5 razze volventi) il tema del contrasto tra blu e argento che caratterizza tutto il veicolo.

 

RELAX E DIVERTIMENTO

A proposito di design, ecco come Yamaha descrive lo stile del concept 01GEN: “L’alternanza delle masse modella luci e ombre, esaltando il dinamismo del veicolo, la sua potenza e l’assoluta sintonia con le sensazioni del pilota. La parte superiore di 01GEN riflette il divertimento ritmico della guida su strada, mentre nella parte inferiore del veicolo le ruote trasmettono una sensazione di potenza inarrestabile, anche attraverso il design delle razze. La colorazione prevede un accostamento tra blue e silver. La tonalità blue è utilizzata nella parte superiore di 01GEN, ed il riflesso azzurrato sulle superfici silver è un tocco raffinato e trasmette una sensazione di relax. Nella parte inferiore, il blue ed il silver sulle ruote sono divisi in modo netto, per esprimere anche visivamente l’aggressività di guida richiesta dall’off-road impegnativo. Per conferire volume e presenza alla parte anteriore del multi ruota, 01GEN ha un profilo sensuale, e trasmette un’immagine unica ed accattivante che sarebbe impossibile da ottenere in un modello a due ruote”.

 

Sicuramente vedremo questo 01GEN a Eicma e sappiate che questo concept non è poi così fine a se stesso. Pare infatti che Yamaha sta lavorando per fare uscire il veicolo dallo stadio di show bike, prefigurando progetti concreti. 

 

Cliccate qui per conoscere tutte le novità di Colonia, Casa per Casa.

Cliccate qui per l'esito del nostro sondaggio: "Qual è la regina del Salone di Colonia?"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli