Chaz Davies: "Un week end da sogno"

Il fine settimana che ha visto il mondiale SBK raggiungere quota 700 (gare disputate) è andato in scena al Motorland Aragon di Alcaniz, pista che è un vero feudo di Chaz Davies. Infatti, nonostante il tracciato spagnolo sia quello scelto dalla Kawasaki ufficiale come circuito di prova, il gallese della Ducati ha letteralmente dominato, riproponendo le ottime prestazioni del 2015. Le sue dichiarazioni e quelle dei... battuti

Il gallese della Ducati domina al Motorland Aragon

Un grande Chaz Davies conquista Gara 1 e Gara 2 al Motorland Aragon lasciando alle sue spalle le Kawasaki di Sykes e Rea (i due si alternano sul secondo gradino del podio) vittime di alcuni problemi di aderenza al posteriore e di un feeling con la moto non ottimale. Buone le prestazioni di Forès, Giugliano e Torres. Il week end della WSBK è invece sfortunato per le Honda di Van der Mark e Hayden: il primo si ritira nella gara di sabato, il secondo in quella di domenica. 

Di seguito le dichiarazioni dei protagonisti.

Chaz Davies: "Gli aggiornamenti tecnici ci hanno dato quello che serviva"

"Un weekend da sogno. La moto si è rivelata competitiva fin dal primo turno e abbiamo modificato solo alcuni dettagli. Gli aggiornamenti tecnici ci hanno dato quello di cui avevamo bisogno. In Thailandia ero riuscito soltanto a tenere la scia, mentre qui ho potuto superare i miei avversari anche sul dritto. Ad Assen però ricominceremo da zero. Il campionato è ancora lungo, e le cose possono cambiare in fretta, ma sono molto contento del nostro pacchetto. Questo è il mio terzo anno con Ducati, ed ho potuto testimoniare una crescita costante. La lista delle cose da migliorare ora è veramente corta, e ringrazio tutti per il grande lavoro svolto".

Tom Sykes: "Buon week end, ma ho avuto difficoltà con il grip"

"In termini di posizioni in gara sono migliorato durante il week end, scavalcando Rea in gara 2. Questo è senza dubbio positivo per me. Se devo pensare a ciò che non è andato bene posso dire che a darmi qualche problema è stato il posteriore della mia Kawasaki; avevamo tentato di risolvere il problema dopo gara 1 ma si è ripresentato. C'è di buono che ora abbiamo raccolto più informazioni e lavoreremo sodo per risolvere. Chaz Davies è stato davvero bravo e aveva un ottimo pacchetto, in più è una pista che a lui piace molto. Sono certo che sapremo fare meglio durante il prossimo week end di gara".

Jonathan Rea: "Sappiamo su cosa dobbiamo lavorare"

"Il week end al Motorland non è stato dei più rosei. Malgrado gli ottimi risultati del team abbiamo avuto diverse difficoltà con la gomma posteriore. Questo ci ha senza dubbio penalizzato. Tuttavia essere stati sul podio sia in gara 1 che in gara 2 è un buon risultato, sia in ottica personale che per tutta la squadra. Lavoreremo sodo per risolvere i problemi, d'altronde sapevamo che sarebbe potuta arrivare qualche difficoltà e la moto è nuova, va ancora affinata e il lavoro prosegue. Abbiamo solo bisogno di tempo per completare il normale percorso di svilupo. In ogni caso i risultati sono stati ugualmente positivi".

Xavi Fores: "Ho sempre difficoltà in partenza ma sono riuscito a ottenere un buon risultato"

"Sono veramente molto contento di essere riuscito a ottenere dei buoni risultati. Purtroppo ho sempre qualche difficoltà in partenza: in gara 2 sono rimasto indietro e ho perso parecchio tempo a sorpassare gli altri piloti. Nei primi giri, per cercare di ricucire il gap, ho dovuto mettere le gomme sotto stress e temevo di risentirne nell'ultima parte di gara, ma è andata bene. Sapevo di avere un buon passo e quando ho visto che il mio ritmo era come quello delle Kawasaki davanti, ho iniziato a spingere sperando in un loro errore per poterli riprendere e battermi per il podio. Sono felice anche per il team, perché si meritava questo risultato. Ora continueremo a lavorare sodo, siamo sulla giusta strada".

Jordi Torres: "Correvo in casa, volevo assolutamente un buon risultato"

"Avevo bisogno di un buon risultato, correre in casa significa che tutta la tua famiglia viene a fare il tifo per te ed è importante. Sono molto felice, gara 2 è stata caratterizzata da una rimonta proprio come in gara 1, ma questa volta la moto era molto più stabile ed ho capito meglio il suo comportamento. Sapevo di dover risparmiare la gomma posteriore e ho cambiato il mio stile di guida; questo mi ha aiutato in gara. Abbiamo cambiato un sacco di cose sperando in un miglioramento, ma è stata una cattiva idea. Ecco perchè sono andato lungo e sono finito nella ghiaia. Penso che quest’anno dopo un po’ di problemi ed errori sia ora di incominciare a fare risultati. Purtroppo è vero che siamo ancora lontani dalla Ducati di Davies e dalle KTR, ma siamo vicini a Honda e Yamaha. Dobbiamo riuscirci e per farlo dobbiamo essere i più veloci possibile".

Davide Giugliano: "Abbiamo una moto in grado di vincere, ora la devo sfruttare al meglio"

"Non è stato un weekend facile per me. Abbiamo avuto diversi problemi venerdì, soprattutto in termini di grip, e anche a causa del nuovo format non siamo riusciti a presentarci alla partenza con la dovuta preparazione. La cosa positiva è che, nonostante tutto, abbiamo tenuto duro e messo in cascina dei punti. La stagione è ancora agli inizi, avremo tempo di rifarci e mi aspetto passi avanti ad Assen. Complimenti a Chaz, che qui è davvero formidabile e ha dimostrato che la nostra è una moto in grado di vincere. Anche noi vogliamo sfruttarne al meglio il potenziale".

Van der Mark: "Poca confidenza con l'anteriore"

"Gara 2 è stata davvero difficile, abbiamo cominciato ad aver problemi con la moto e in gara non avevo alcuna confidenza con l’anteriore. Ho fatto una discreta partenza e sono stato veloce per un paio di giri, ma è stata davvero una gara difficile. Sono orgoglioso di aver finito la gara e portato a casa qualche punto, ma non è questo il modo in cui sono abituato a correre.Trovare il giusto set up della moto non è stato molto difficile, ma si sono aggiunti altri problemi e qualcosa non ha funzionato in gara. Lavoreremo per risolvere quanto prima".

Alex e Angelis: "Non avevamo nulla da perdere e abbiamo azzardato alcune modifiche sulla moto"

"Quella che doveva essere una gara di fisioterapia è diventata una gara del tutto positiva. A noi serve fare chilometri e per questo non avrei saltato per nessun motivo, anche dopo l'operazione al braccio, l'appuntamento al Motorland. Oggi abbiamo fatto una mossa di ciclistica molto azzardata, per cui sapevamo che la nostra sarebbe potuta essere una gara nella quale non avevamo nulla da perdere, ma in realtà i cambiamenti fatti sono stati positivi e ci hanno aiutato a conoscere meglio la moto. Sono contento quindi per aver fatto una bellissima rimonta e il miglior risultato della stagione. La gara è stata molto bella, sono solo dispiaciuto di essere partito così indietro, altrimenti il mio ritmo poteva permettermi di fare addirittura meglio. Voglio ringraziare, oltre alla squadra che ha fatto un buon lavoro nel week end, anche il Dott. Guido Staffa dell’Unità Operativa del Sistema Nervoso Periferico Area Vasta Romagna di Faenza che mi ha operato consentendomi di correre in questa gara a questi livelli. Prima di Assen, continuerò la terapia per il recupero della funzionalità del braccio e per questo porterò con me un manubrio della mia RSV4 per fare a casa tutta una serie di esercizi posturali che potranno essermi utili".
1/35 Jordi Torres - Motorland- Gara 1

Alex Lowes: "Abbiamo svolto un ottimo lavoro, la crescita continua"

"Ho imparato molto durante questo week end e la moto era a posto, sentivo di avere un buon feeling. Penso di aver fatto dei passi avanti e ho guidato bene malgrado qualche difficoltà. L'obiettivo era quello di trovare un buon ritmo e migliorare da gara 1 a gara 2.
Ovviamente i risultati non sono quelli che speriamo ma progrediamo step-by-step; in fondo questa era solo la mia terza gara su una moto nuova, sono molto fiducioso. Anche se sulla carta non si direbbe penso che sia stato il nostro miglior week end data la qalità del lavoro svolto. Non vedo l'ora di arrivare al prossimo week end di gara".

 

Sylvain Guintoli: "Presto saremo più competitivi"

"Abbiamo cercato una soluzione molto diversa sulla moto per quanto riguada il telaio e l'elettronica, stiamo effettuando numerosi test per raccogliere dati e capire come proseguire con il nostro lavoro di sviluppo. Attualmente il mio problema più grande riguarda il mantenimento delle prestazioni con le gomme usate. Il nostro ritmo è buono e sono fiducioso perchè sono convinto della competitività del nostro pacchetto. L'obiettivo è quello di essere fra i primi nel minor tempo possibile".

Lorenzo Savadori: "Faremo sempre meglio, tutto il Team sta svolgendo un ottimo lavoro"

"La gara è stata tutto sommato positiva. Stiamo mettendo a posto il set up. Sappiamo che non è semplice ma sono certo che con il buon lavoro che stanno facendo i ragazzi di Ioda Racing e il materiale di Aprilia potremo continuare a fare sempre meglio. Il mio obiettivo è quello di migliorare ad ogni uscita e anche se questa volta non è stato per la posizione, lo è stato per il distacco, andiamo avanti così".

Markus Reiterberger: "Sono deluso, occorre fare il punto della situazione e ritrovare competitività"

"Abbiamo migliorato un pochino il set up della moto durante il week end. Il mio feeling non era male e nei primi giri sono riuscito a stare con quelli subito davanti a me. Da metà gara in poi però ho perso confidenza ed i miei tempi sul giro si sono alzati. Nell’ultima fase della gara ho ceduto qualche posizione ed avevo solo l’obiettivo di finire la gara. Sono deluso di com’è andato questo weekend, ma adesso dobbiamo fare il punto della situazione per ritrovare il feeling giusto per le prossime gare".

Leon Camier: "Non sono soddisfatto, ma almeno abbiamo conquistato qualche punto"

"Purtroppo è stata una gara difficile, ma me lo aspettavo. Ho cercato di fare del mio meglio in gara e ottenere il podio ma ho davvero perso un sacco di grip e ora dobbiamo capire il motivo. Comunque sono abbastanza soddisfatto dal momento che abbiamo ottenuto alcuni buoni punti per la classifica".

Saeed Al Sulaiti: "Il peggior fine settimana della mia carriera"

"Questo è sicuramente uno dei peggiori fine settimana della mia carriera: ho avuto problemi tecnici durante tutti i tre giorni, il mio staff ha lavorato duramente per cercare di darmi una moto competitiva ma purtroppo senza successo. Ora devo lasciarmi alle spalle questo brutto week end e pensare alla prossima gara sperando di risolvere i problemi". 

Nicky Hayden: "Un week end da dimenticare, spero di poter essere competitivo il prima possibile"

"Davvero un brutto week end, non c'è molto altro da dire. In gara 2 tutto quello che poteva andare storto è andato storto: durante il giro di ricognizione abbiamo iniziato ad avere alcuni problemi che poi sono andati peggiorando. Ho tentato di rimanere in gara ma non c'è stato nulla da fare, alla fine ho deciso di non correre troppi rischi. Adesso dobbiamo capire come risolvere i problemi, soprattuto per quanto riguarda il feeling con l'anteriore. Sono fiducioso, il team farà di tutto per sistemare le cose e tornare ad essere competitivi".

Sylvain Barrier: "Lascio il Motorland con due fratture, spero di rientrare per il week end di Imola"

Purtroppo termino il week end con due fratture e un braccio immobilizzato. La mia più grande preoccupazione riguarda i tempi di recupero, il week end di Assen è troppo vicino e purtroppo non penso di poter gareggiare. Spero di riuscire a rientrare per affrontare la gara di Imola del primo fine settimana di maggio. Sono molto deluso per quello che mi è successo, a maggior ragione perchè il feeling con la moto era buono e pensavo di poter fare bene".
 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA