14 June 2010

World Ducati Week 2010: successo con 60.000 presenze, guastato da un incidente mortale

Conclusa la World Ducati Week. Tanti gli eventi a cui hanno potuto partecipare I quasi 60.000 ducatisti. Uno di loro ha perso la vita in un test ride. Guarda foto e video.

World ducati week 2010: successo con 60.000 presenze, guastato da un incidente mortale

Misano Adriatico (RIMINI) 14 giugno 2010 – Si è chiusa ieri la sesta edizione della World Ducati Week, organizzata sul circuito della riviera romagnola dalla Casa di Borgo Panigale, che ne ha sottolineato il grande successo, dichiarando la partecipazione di 60.000 appassionati, provenienti da tutto il mondo. Durante i quattro giorni della rassegna, che si è tenuta da giovedì 10 a domenica 13, il 60% delle presenze erano italiane, mentre il restante 40% erano ducatisti accorsi da Stati Uniti, Europa, Australia, Grecia, Russia, India, ma anche da Brasile, Cina, Malesia e addirittura Gabon e Nepal. La maggiore affluenza è stata sabato, quando si è disputata la gara di accelerazione, evento conclusivo della giornata, con i piloti ufficiali della Ducati di MotoGP e Superbike, che si sono sfidati in sella alle Streetfighter in una vera e propria “Drag Race”. Fabrizio, Haga, Bayliss, Checa, Byrne, Battaini, Hayden e Stoner hanno affascinato il pubblico, senza risparmiarsi nell’apertura del gas. Ha vinto la sfida il giapponese Noriyuki Haga, portacolori di Borgo Panigale in Superbike. “Nitronori” ha bruciato sul photo-finish l’iridato statunitense Nicky Hayden, che corre per Ducati nella MotoGP. Dopo sono intervenuti sul palco allestito nei paddock i dirigenti della Ducati (Gabriele Del Torchio, Claudio Domenicali, Filippo Preziosi) e Valerio Staffelli, il personaggio televisivo noto per la trasmissione “Striscia la notizia”, che va in onda su Canale Cinque. Staffelli è un grande appassionato di moto e ha girato tutto il giorno in pista con una Ducati 1198. Nei quattro giorni i partecipanti sono stati coinvolti in numerose attività: sono stati organizzati corsi di guida e lezioni di meccanica, con le “Ducati University” tenute da ingegneri, piloti e manager della Casa di Borgo Panigale. Ancora, un grande spettacolo è stato offerto anche dalle evoluzioni acrobatiche dell’elicottero Mangusta, dalle moto storiche, dagli stuntmen show, dai dragster, dalle esibizioni in pista dei piloti Sbk Ducati (sia ufficiali, sia non), dai freestyler di motocross e da quattro Ducati Band che suonavano sul palco, alternandosi a gruppi più famosi come la “Fabio Treves Band”. Ecco qualche numero che ha caratterizzato l’evento.

 

- 56.000 foto scattate dai fotografi dello staff

- 21.000 piadine consumate in quattro giorni

- 8.600 lt di bibite e oltre 50.000 lt di acqua minerale bevuti

- 1.2 tonnellate di salsicce

- 38.000.000 di km totali percorsi dai ducatisti (80 volte la distanza Terra Luna) per raggiungere Misano da ogni parte del mondo

 

Al WDW si è purtroppo verificato un incidente stradale, occorso ieri, giorno conclusivo dell’evento, ad un partecipante. Il motociclista ha perso la vita e ciò ha ovviamente guastato il clima di festa, che si sarebbe voluto mantenere sino all’ultimo momento. Lo sfortunato partecipante è caduto, per colpa di una distrazione, nel corso di uno dei tanti “demo tour” di prova moto su strada. La causa del decesso è stata l’urto contro un guard-rail. Tutti i partecipanti e lo staff dell’evento hanno osservato un minuto di silenzio al momento di chiusura del WDW, per ricordare l’amico ducatista.

 

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA