Turismo estivo: la moto da raid è la preferita dei viaggiatori!

Il nostro ultimo sondaggio evidenzia che sono sempre di più i viaggiatori agostani che preferiscono utilizzare moto “da raid”, anche se… in alcuni casi i centauri indossano un abbigliamento così lindo che viene qualche dubbio sul fatto che facciano davvero fuoristrada. In calo chi viaggia in sella allo scooter, ma anche i motociclisti in infradito

COME VEDETE IL MOTOCICLISTA AGOSTANO?

Il mese di settembre è ormai alle porte, molti di noi sono già rientrati e le ferie restano ormai solo un ricordo. Com’è andata la vacanza? Di certo avrete incrociato numerosi motociclisti sulle strade, all’imbarco del traghetto, nel parcheggio dell’hotel o al casello a pagare il biglietto dell’autostrada (a proposito, avete firmato la nostra petizione#metapedaggio” per per la riduzione dei pedaggi autostradali per le moto? In caso contrario SI FIRMA QUI).
Ma che genere di motociclisti avete incontrato durante i vostri viaggi? Questo è ciò che vi abbiamo chiesto all’inizio della scorsa settimana attraverso il nostro consueto sondaggio on line, ripetendo le domande che vi abbiamo fatto nello stesso periodo del 2015. In questo modo abbiamo anche potuto individuare, secondo i voti dei 1.197 partecipanti, come stanno cambiando le abitudini del motociclista, perlomeno di quello agostano. 

MOTO DA RAID MA ABBIGLIAMENTO LINDO

Se l’anno scorso (secondo le risposte al nostro sondaggio) sulle nostre strade nel mese di agosto erano in maggior numero i mototuristi con la moto ultra accessoriata e un impeccabile abbigliamento tecnico, quest’anno invece è stato un vero testa a testa tra loro e i motociclisti con la moto da raid, ma l'abbigliamento lindo come quando si va in ufficio. Ad avere la meglio però è stata quest’ultima categoria, per una manciata di voti a dire il vero (37 vs 36 %), ma è un segno questo che denuncia la poca attitudine al vero fuoristrada da parte dei viaggiatori agostani. Ad ogni modo la figura del motociclista globetrotter toglie spazio sia allo scooterista con casco jet e maxibauletto straripante di pinne e boccagli (scende dal 13 al 9%), sia al motociclista casa-spiaggia in bermuda e infradito (cala dal 15 al 11%) ed anche allo smanettone solitario con casco da mille euro e maglietta svolazzante (dal 4 al 2 %).

IL VIAGGIO è PASSIONE

Non cambiano però i motivi per cui si sceglie la moto per il proprio viaggio di agosto, anzi… si rafforza in prima posizione il fatto che solo le due ruote sanno restituire tutti i sapori e i colori di un luogo (68%). L’idea insomma che la moto sia innanzitutto passione è in crescita di ben 7 punti percentuali rispetto allo scorso anno. Tant’è vero che  diminuiscono di due punti percentuali coloro che scelgono la moto solo per la praticità con la quale ti consente di dribblare il traffico agostano (23%). Continua a non essere stimolante in alcun modo l’idea che la moto in vacanza faccia spendere meno dell’auto (2%) o consenta di rimorchiare più facilmente qualche bella fanciulla (1%). Calano anche coloro che sostengono che anche in vacanza ci vuole una bella smanettata (dal 5 al 2%). Ma qual è il difetto più comune dei motociclisti in ferie?

ATTENTI A GUIDARE TROPPO FORTE CON LA MOTO STRACARICA!

Nonostante resti al primo posto tra i difetti dei motocilisti in vacanza, il fatto di non rispettare le lunghe colonne che si creano ai caselli è in calo rispetto allo scorso anno, di due punti percentuale (30%). Punti guadagnati invece da un vizio molto pericoloso: quello di guidare troppo forte con la moto a pieno carico (26%). Restano poi coloro che parcheggiano in maniera selvaggia (9%), che salgono in moto dopo qualche birra di troppo intorno a un falò (8%) e che producono rumori molesti anche in orario di riposo (5%).
Non manca, ovviamente, chi dice che “siamo perfetti!” (20%). 
 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA