Harley-Davidson nel futuro: in arrivo café racer e flat track

Entrambi i nuovi modelli sono spinti dal bicilindrico a V Revolution Max che già troviamo su Pan America e Bronx. Da una presentazione Harley-Davidson riservata agli investitori sono “sfuggite” le prime foto delle future café racer e flat track della Casa di Milwaukee

1/18

La foto ci mostra una nuova Harley-Davidson in versione café racer

1 di 3

Harley-Davidson ha depositato presso l’EUIPO, l'Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale, altri due modelli che utilizzano il motore Revolution Max raffreddato a liquido che alimenta Pan America e Bronx. I due nuovi design, uno ispirato al mondo café racer e l'altro al flat track, potrebbero quindi andare ad affiancarsi alle due novità viste ad Eicma 2019 e dimostrano ancora una volta la modulabilità della nuova piattaforma.

Entrambi i design mostrano chiaramente il motore V-Twin Revolution, ma nulla è stato specificato sulla sua cilindrata. L’adventure bike Pan America utilizza una versione da 1.250 cc del propulsore, mentre la naked Bronx una di 975 cc. Inoltre, c’è da considerare che in passato Harley-Davidson aveva dichiarato di voler produrre quattro diverse versioni del motore, con cilindrate comprese tra i 500 cc e i 1250 cc.

Oltre ai disegni del brevetto, da una presentazione Harley-Davidson riservata agli investitori sono “sfuggite” anche le prime foto delle moto. Da queste notiamo che ci sono alcune piccole differenze rispetto ai disegni, ma nel complesso sono simili. Andiamo a conoscere meglio i nuovi modelli.

1/9

Il disegno ci mostra un brevetto Harley-Davidson per una nuova café racer e una flat track

Il modello ispirato al flat track sembra essere un diretto rivale della FTR 1200. Come la Indian, anche questa nuova Harley sfoggia un forcellone tubolare e il doppio scarico montato in alto. A differenza a ciò che ci ha abituati Harley-Davidson troviamo poi una posizione delle pedane abbastanza neutra, con le stesse posizionate sotto alla sella del passeggero dietro al perno del forcellone.

Davanti vediamo un singolo faro di forma rettangolare, simile a quello della Fat Bob, sovrastato da una mascherina con tre feritoie. La foto ci mostra poi doppio disco per il freno anteriore, forcella a steli rovesciati e monoammortizzatore posteriore. Anche in questo caso, come la FTR, questa nuova Harley utilizza una staffa tubolare per la targa che va ad abbracciare lo pneumatico posteriore. Altri dettagli sono il piccolo parafango anteriore, sella monoposto e strumentazione composta da un unico display tondo.

1/9

La foto ci mostra una nuova Harley-Davidson in versione flat track 

Il secondo modello, in vero stile café racer, sfoggia un look ispirato alle moto da gara del passato, con una carenatura avvolgente per il faro anteriore e un piccolo cupolino. Rispetto alla flat track, su questa moto lo scarico segue una configurazione più tradizionale, con terminale singolo, il manubrio è più basso (appena più in alto della parte superiore del serbatoio del carburante) e le pedane leggermente più alte e arretrate.

Questa moto condivide con la sorella i freni con doppio disco anteriore e la forcella a steli rovesciati, ma la parte posteriore ha un forcellone più tradizionale e un doppio ammortizzatore. Altra differenza che notiamo dai disegni è la presenza delle pedane del passeggero. È difficile giudicare da queste due sole foto, ma sembrerebbe anche che la café racer abbia cerchi più piccoli rispetto a quelli della flat track.

Non ci resta che aspettare i prossimi mesi per scoprire se questi due nuovi modelli Harley-Davidson arriveranno sul mercato.

1/9

Il disegno ci mostra un brevetto Harley-Davidson per una nuova café racer 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA