Triumph sceglie le Metzeler Tourance Next per la Tiger Explorer

La Casa di Hinckley ha scelto i pneumatici tedeschi per l’ultima versione della propria maxienduro. Si tratta di gomme realizzate per le moto adventure touring di ultima generazione, caratterizzate dalla doppia mescola al posteriore e dalla struttura e dalla forma degli intagli differenziata. Info e foto

TRIUMPH TIGER SPORT E METZELER TOURANCE NEXT

Triumph ha scelto i pneumatici enduro street Tourance Next di Metzeler come primo equipaggiamento della nuova Tiger Explorer (qui il nostro test). La maxienduro britannica è equipaggiata dunque con gli pneumatici della Casa dell’Elefantino nelle misure 120/70 R19 M/C 60V TL anteriore e 170/60 R17 M/C 72V TL posteriore. Quella denominata Next (qui le foto) è la terza generazione della gamma Tourance ed è stato specificatamente disegnata per le moto adventure touring ed enduro street di ultima presentazione.

MESCOLE DIFFERENZIATE TRA ANTERIORE E POSTERIORE

Secondo la Casa tedesca, il caratteristico disegno del battistrada, sviluppato in sincronia con le mescole, dona alla moto un eccellente grip sul bagnato e un aumento (rispetto al modello precedente) della durata della gomma. Inoltre, la struttura e i profili del pneumatico sono stati sviluppati con particolare attenzione nel garantire stabilità anche alle alte velocità con moto con bauletti e passeggero. Per quanto riguarda le mescole il Tourance Next vanta una configurazione differenziata tra anteriore e posteriore, derivata dall’esperienza maturata sul Roadtec Z8 Interact e nel segmento sport touring. Questa configurazione è focalizzata per assicurare due punti fondamentali: il comportamento su bagnato e il chilometraggio. Per ottenere le migliori prestazioni possibili sul bagnato in Metzeler hanno combinato la silice con polimeri sintetitici ad elevate prestazioni e nuove resine e agenti plastificanti. Questa combinazione, attraverso un processo esclusivo e brevettato di miscelazione, produce inoltre un elevatissimo livello di omogeneità delle mescole. Nello specifico, al posteriore i Tourance Next adottano una soluzione bimescola con una sezione centrale specificamente sviluppata per ottimizzare il chilometraggio e stabilità. La mescola delle spalle invece ha un elevato contenuto di silice, in grado di garantire un ottimo grip chimico sul bagnato e di ridurre lo slittamento. Il pneumatico anteriore è invece monomescola, con un alto contenuto di silice e composto da diverse tipologie di polimeri e resine, studiati per offrire un miglioramento in termini di maneggevolezza e grip.

STRUTTURA E BATTISTRADA

All’anteriore il Tourance Next presenta una struttura ad elevata rigidità con cintura X-Ply (incrociata, al posto di quella in acciaio a 0°) con una nuova geometria, realizzata per offrire una spinta laterale più potente in piega, oltre a maggiore precisione di traiettoria. Al posteriore invece utilizza la già consolidata tecnologia InteractTm, con una disposizione a tre zone di tensione variabile. Questa tecnologia, grazie al tensionamento variabile, permette di combinare due mescole così diverse, con tutti i benefici che ne derivano. I profili sono stati sviluppati insieme alla struttura e con il preciso scopo di migliorare il comportamento su asfalto, la regolarità dell’usura, il chilometraggio, il comfort e l'interazione con i sistemi di frenata ABS e le sospensioni. Il profilo dell’area centrale è più arrotondato nell'area di metà piega e più regolare verso il centro. Il fianco presenta invece un profilo più accentuato che, sostenuto dalla struttura interna più rigida, è in grado di assorbire meglio le asperità dell’asfalto. Infine, il disegno del battistrada, è stato progettato con l’obiettivo di migliorare l’usura e quindi il chilometraggio, soprattutto sull’anteriore, modificando la geometria degli intagli per distribuire meglio le forze.

Queste le principali caratteristiche del battistrada:
  • Gli intagli centrali hanno un duplice scopo: forniscono la trazione in off-road e drenaggio dell'acqua efficiente su strada
  • Gli intagli laterali proseguono il ruolo di quelli centrali quando si scende in piega
  • Gli intagli intermedi offrono sostegno laterale quando si va in piega sia su strada che in fuoristrada e sono molto efficienti nel drenare l'acqua.
  • Gli intagli diagonali garantiscono un corretto drenaggio dell'acqua e la trazione a qualsiasi angolo di piega.
  • I ponti tra gli intagli forniscono compattezza all’intero disegno battistrada, aumentando la stabilità della mescola e migliorandone l'usura. Grazie a questi ponti non ci sono più blocchi isolati della mescola con un grande vantaggio per la stabilità, l'usura e chilometraggio.

TUTTE LE MISURE DISPONIBILI

ANTERIORE
120/70 ZR 17 M/C (58W) TL
100/90 - 19 M/C 57V TL
110/80 R 19 M/C 59V TL
110/80 R 19 M/C 59V TL
110/80 R 19 M/C 59V TL (B)
120/70 R 19 M/C 60V TL
120/70 R 19 M/C 60V TL (E)
90/90 - 21 M/C 54V TL
 
POSTERIORE
130/80 R 17 M/C 65V TL
140/80 R 17 M/C 69V TL
150/70 R 17 M/C 69V TL
150/70 R 17 M/C 69V TL (B)
160/60 ZR 17 M/C (69W) TL
170/60 R 17 M/C 72V TL
180/55 ZR 17 M/C (73W) TL
190/55 ZR 17 M/C (75W) TL

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA