Sicurezza stradale: tolleranza zero sulla Futa

Istituita addirittura una task force per effettuare i controlli sul Passo della Futa; dopo il Bracco, un'altra meta “mitica” per motociclisti (e smanettoni) sotto controllo specifico delle Forze dell’Ordine

Sicurezza stradale: tolleranza zero sulla futa

 

Carabinieri, Polizia Stradale, Motorizzazione civile, Polizia Provinciale e le Polizie Municipali dei comuni di Pianoro, Loiano, Monghidoro e Monzuno: una task force di 15 persone è stata istituita su iniziativa del presidente dell’Unione Montana Valli Savena-Idice e dal sindaco del Comune di Loiano, Giovanni Maestrami, e coordinata dalla prefettura di Bologna. L’obbiettivo è quello di monitorare specialmente i motociclisti che raggiungono il mitico Passo della Futa sulla Provinciale omonima, la numero 65. Un'operazione simile a quella istituita per un altro passo molto frequentato dai motociclisti, il Bracco, di cui vi abbiamo raccontato qualche tempo fa.

 

Come riferisce il Resto del Carlino, nel territorio di Pianoro, durante tre giornate operative dello scorso anno sono stati effettuati 398 controlli verso le moto durante i quali sono state elevate 92 contravvenzioni per violazioni al Codice della Strada. Nelle due giornate nel comune di Loiano gli interventi sono stati complessivamente 227 con 69 sanzioni. In questo modo si sarebbero ridotti gli incidenti che coinvolgono moto da 12 a 4.

 

Si farà particolare attenzione a certe infrazioni: circolazione senza targa o con targa inclinata e mancato rispetto dell’alt imposto dalle FFOO.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA