Sykes show in Superpole a Misano

Tom Sykes si porta a casa la pole del GP di Misano, migliorando il suo record precedente; alle sue spalle in classifica c'è il solito Rea. Ducati bene con Forès, sottotono con Giugliano e Davies. Savadori porta Aprilia in top 5. Info e risultati

SP1: solo 18 millesimi tra Savadori e Camier, Canepa non trova la SP2

Il primo turno di qualifiche della classe SBK vedrà partecipare i seguenti piloti: Savadori, West, Ramos, Canepa, Camier, De Angelis, Abraham, Brookes, Szkopek, Schmitter, Menghi, Sebestyèn, Vizziello, Al Sulaiti.

Tutti i piloti escono contemporaneamente quando scatta il semaforo verde, il primo ad uscire però è Josh Brookes. Dopo il primo giro veloce, è Leon Camier a comandare la classifica, con un eccellente crono: 1’35”696, 1 secondo più veloce di Savadori che lo insegue, e che nel giro successivo si porta in testa grazie al tempo di 1’35”678. West è 3°, a 251 millesimi da Camier. 4° tempo per Canepa, a 6 decimi da Savadori. Ramos, che è 5° ha un ritardo di 1 secondo abbondante. De Angelis, dopo aver fatto il primo giro lanciato, è rientrato ai box: i meccanici sono al lavoro sulla moto, che sembra avere qualche problema. A 5 minuti dalla bandiera a scacchi, i piloti rientrano ai box per il cambio gomme; la sosta non dura più di 2 minuti, visto il poco tempo che resta prima della fine della sessione. La classifica vede i piloti nel seguente ordine: Savadori, Camier, West, Canepa, Ramos, Brookes, Menghi, Schmitter, Abraham, Sebestyen, Al Sulaiti, Szkopek, Vizziello, De Angelis.

West si avvicina pericolosamente al tempo di Camier: solo 71 millesimi li separano. Ma a meno di 1 minuti dal termine, arriva la bandiera rossa: Al Sulaiti ha rotto il motore e l’olio è finito nella parte veloce del terzo settore. La classifica non cambia, e quindi Savadori e Camier accedono alla SP2

SP2: Kawasaki ancora davanti a tutti, sorpresa Forès

Il turno di SP2 inizia con qualche minuto di ritardo, causato dall’intervento dei commissari di pista nel togliere la macchia d’olio lasciata da Al Sulaiti in SP1.

Nel primo giro veloce, Davide Giugliano cade nel primo settore, fortunatamente il pilota e la moto sembrano ok e possono ripartire subito. Dopo due giri veloci, è Jonathan Rea a dettare il passo (1’35”402), seguito da Sykes, staccato di appena 10 millesimi! 3° tempo per Xavi Forès (+0”054), 4° Chaz Davies (+0”069), 5° Hayden. Gli italiani Giugliano e Savadori sono 10° e 11°, mentre Forès esce dopo circa 7 minuti, proprio quando i piloti in pista rientrano per montare la gomma da tempo. Ai box, la moto di Giugliano è nelle mani dei meccanici che stanno cercando di rimediare alla perdita di aderenza all’anteriore che affligge la 1199 Panigale R. A 5 minuti dalla fine, solo Giugliano e Torres sono in pista, il primo con gomme da tempo; gli altri piloti escono a 4 minuti dal termine. Per ora, i tempi sono molto lontani dal record della pista (1’34”214 siglato nel 2015 da Tom Sykes).
Giugliano si porta in testa alla classifica: 1’34”826, ma è l’unico, a 2 minuti dalla bandiera a scacchi, che ha girato con gomme da tempo. Dopo che molti piloti hanno occupato provvisoriamente la pole, arriva Rea che, a pochi secondi dalla bandiera a scacchi, mette in riga tutti (1’34”217), ma Tom Sykes non ci sta e, di prepotenza, brucia il suo record precedente: 1’34”037, mettendosi alle spalle il compagno di squadra.

Con la bandiera a scacchi che sventola sul rettilineo del Misano World Circuit, è Tom Sykes il poleman e detentore del nuovo record del tracciato, seguito da Jonathan Rea (+0”220) e da un eccellente Xavi Forès (+0”586), il migliore delle Ducati. Bene anche il 4° posto di Alex Lowes (+0”604), assente nello scorso GP per motivi di salute; l’inglese è seguito da Lorenzo Savadori (+0”657), che sembra aver migliorato la sua performance nell’ultimo settore, completa la seconda fila Nicky Hayden (+0”670). Terza fila aperta da Davide Giugliano (+0”789), la cui prova è stata compromessa da una caduta negli atti iniziali della SP2. 8° Leon Camier (+1”010), seguito da un Chaz Davies sotto tono (+1”060) e Michael Van Der Mark (+1”071), che chiude la top 10. 11° e 12° casella per le BMW del Team Althea guidate da Reiterberger e Torres.
Non dimenticatevi del nostro FANTAMOTOCICLISMO: indovinate i primi 5 piazzamenti di Gara 1 e Gara 2; a fine anno, chi avrà totalizzato più punti a fine stagione, diventerà tester di Motociclismo per un giorno! 

SCOPRITE QUI IL REGOLAMENTO e CLICCATE QUI PER PARTECIPARE

MONDIALE SBK 2016, MISANO: GRIGLIA DI PARTENZA

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA