SBK 2011, Monza: due piloti Yamaha sul podio Supersport, con Davies primo e Scassa secondo

A Monza il team della Yamaha Supersport ha ottenuto la quarta vittoria in quattro gare e la seconda doppietta della stagione dopo quella di Donington: Chaz Davies ha vinto, Luca Scassa ha fatto secondo.

Sbk 2011, monza: due piloti yamaha sul podio supersport, con davies primo e scassa secondo

Foto di Stefano Brugnola

 

Monza – Chaz Davies, in sella alla Yamaha, ha vinto la gara della Supersport. Ha fatto un lavoro perfetto, dopo tre giorni di prove e qualifiche impeccabili. Il suo compagno di squadra, Luca Scassa, ha recuperato e ha concluso secondo, con un distacco di 4”734. La piazza d’onore è arrivata in seguito ad un inizio del fine settimana di gara un po’ complicato, che è costato a Scassa la sesta posizione in griglia di partenza. The Rocker ha fatto del suo meglio per mettere a punto la sua tre diapason, con i tecnici del team italiano, e ha concluso in grande stile. Correva “in uno stato d’animo difficile”. Così ha dichiarato il suo manager Bruno Ponti, che ha aggiunto: “Oggi ho detto a Luca che ero orgoglioso di lui come se avesse vinto, perché ha usato la testa, quello che serve per vincere un campionato. Infatti aveva la possibilità di andare a prendere Davies, ma non poteva rischiare, perché, con gli zero punti dovuti alla caduta di Assen, non poteva rischiare ancora”.

Il fine settimana di Scassa, iniziato in modo difficile, si è concluso ancora peggio: i commissari del Mondiale gli hanno comunicato che è stato squalificato per il prossimo round di Misano Adriatico e non potrà partecipare alla gara in programma sul tracciato della riviera. La motivazione è che il regolamento del campionato iridato vieta ai piloti di fare dei test non ufficiali, su un circuito di quelli che fanno parte del calendario del Mondiale. Luca, però, era sì in pista a Misano, ma stava girando per fare un corso di pista a dei principianti, in sella ad una Yamaha R1, completamente stradale. Stando al regolamento, ha infranto una norma fondamentale. Ma, forse, date le circostanze in cui è avvenuta l’infrazione, i commissari potevano comminargli solo una multa, anziché la squalifica.

 

Chaz Davies e Luca Scassa ora guidano la classifica, entrambi con 70 punti: Davies è primo, per il miglior risultato di oggi, mentre l’italiano è secondo.

Davies è partito “a cannone” e ha allungato subito sul gruppo di inseguitori. Scassa, partito sesto, è risalito. Ha recuperato posizioni e, nell’arco di due giri, si è portato alla seconda piazza, alle spalle di Chaz, riducendo il suo distacco a soli due secondi, dopo la metà gara. Davies ha sempre gestito il suo vantaggio, anche se all’inizio non aveva un margine non troppo elevato. Scassa si è liberato di Fabien Foret, che lo inseguiva: Luca ha accelerato il passo e lo ha seminato. Foret ha concluso terzo, con un distacco di 7”977. Broc Parkes, che è in terza posizione nel Mondiale, con 60 punti, oggi ha fatto quarto, arretrato di 19”246.

 

Con il doppio podio conquistato qui a Monza, il team ufficiale della Yamaha Supersport, rafforza il suo dominio nel Mondiale. Per la squadra, quella odierna è stata la quarta vittoria consecutiva in quattro gare e la seconda doppietta, dopo Donington.

 

Ha detto Davies: “Per la prima volta mi trovo al comando della classifica mondiale ed è una sensazione bellissima. Sapevo che se fossi riuscito a partire forte avrei potuto allungare sin da subito sul gruppo, da cui sapevo sarebbe uscito Luca per cercare di giocarsi la vittoria. Ho spinto al massimo per quasi tutta la gara, poi, quando mi sono accorto di avere un buon margine negli ultimi giri, ho gestito il vantaggio. Sono molto contento di essere riuscito a bissare la vittoria di Assen, devo ringraziare tutto il mio team per l’ottimo lavoro svolto”.

 

Scassa si è mostrato sollevato per il risultato ottenuto, notizia della squalifica di Misano a parte: “Sono contento di aver chiuso la corsa davanti ai miei tifosi sul podio. Si meritavano una bella soddisfazione dopo aver fatto un tifo da stadio per tre giorni. Ho dato il massimo per cercare di arrivare a giocarmi il successo con Chaz, ma cercare di riprenderlo richiedeva un rischio troppo elevato. Ho deciso quindi di gestire la posizione, che mi permette di confermarmi leader della classifica, anche se in coabitazione con Chaz, al quale vanno i miei complimenti per la splendida gara”.

 

1 7 C. DAVIES GBR Yamaha ParkinGO Team Yamaha YZF R6

2 9 L. SCASSA ITA Yamaha ParkinGO Team Yamaha YZF R6 + 4.734

3 99 F. FORET FRA Hannspree Ten Kate Honda Honda CBR600RR +7.977

4 23 B. PARKES AUS Kawasaki Motocard.com Kawasaki ZX-6R +19.246

5 11 S. LOWES GBR Parkalgar Honda Honda CBR600RR +19.882

6 22 R. TAMBURINI ITA Bike Service R.T. Yamaha YZF R6 +20.148

7 21 F. MARINO FRA Hannspree Ten Kate Honda Honda CBR600RR +21.090

8 44 D. SALOM ESP Kawasaki Motocard.com Kawasaki ZX-6R +31.595

9 55 M. ROCCOLI ITA Lorenzini by Leoni Kawasaki ZX-6R +31.599

10 127 R. HARMS DEN Harms Benjan Racing Team Honda CBR600RR +35.406

11 91 D. DELL'OMO ITA Suriano Racing Team Triumph Daytona 675 +5.564

12 32 M. GIANSANTI ITA Puccetti R. Kawasaki Italia Kawasaki ZX-6R +35.946

13 25 M. JERMAN SLO MD Team Jerman Triumph Daytona 675 +1'00.245

14 38 B. NEMETH HUN Team Hungary Toth Honda CBR600RR +1'00.256

15 87 L. MARCONI ITA Bike Service R.T. Yamaha YZF R6 +1'00.528

16 77 J. ELLISON GBR Bogdanka PTR Honda Honda CBR600RR +1'03.395

17 34 R. QUARMBY RSA Suriano Racing Team Triumph Daytona 675 +1'12.021

18 19 M. PIROTTA AUS KUJA Racing Honda CBR600RR +1'17.015

19 5 A. LUNDH SWE Cresto Guide Racing Team Honda CBR600RR +1'37.501

20 33 Y. POLZER AUT Team MRC Austria Yamaha YZF R6 +1'45.103

21 24 E. BLOKHIN RUS RivaMoto Yamaha YZF R6 + 1 giro

22 30 V. YURCHENKO RUS RivaMoto Yamaha YZF R6 +1 giro

23 80 G. ALTOMONTE ITA KUJA Racing Honda CBR600RR +1 giro

Non Classificati

RET 60 V. IVANOV UKR Step Racing Team Honda CBR600RR 15 1 giro

RET 31 V. IANNUZZO ITA Lorenzini by Leoni Kawasaki ZX-6R 15 1 giro

RET 95 R. MURESAN ROU PTR Romania Honda Honda CBR600RR 14 2 giri

RET 4 G. REA GBR Step Racing Team Honda CBR600RR 9 7 giri

RET 117 M. PRAIAPOR Parkalgar Honda Honda CBR600RR 8 8 giri

RET 73 O. POZDNEEV RUS RivaMoto Yamaha YZF R6 8 8 giri

RET 28 P. SZKOPEK POL Bogdanka PTR Honda Honda CBR600RR 7 9 giri

RET 10 I. TOTH HUN Team Hungary Toth Honda CBR600RR 12 giri

Squalificati

DIS 69 O. JEZEK CZE SMS Racing Honda CBR600RR 16 giri +35.215

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA