di Nicolas Patrini - 03 maggio 2019

Rossi chiede, Yamaha risponde: la M1 ha il deflettore

Valentino Rossi e Maverick Vinales sono scesi in pista a Jerez con la nuova soluzione aerodinamica al posteriore. I primi test indicheranno alla Casa di Iwata le direzioni da prendere per lo sviluppo della parte
"Sto facendo pressione su Yamaha per ottenere qualcosa di simile a quanto utilizzato da Ducati dal punto di vista aerodinamico e spero di poterlo provare al più presto. Si tratta di un piccolo componente, non stravolge la moto, ma può essere d’aiuto".

Così, Valentino Rossi, al termine del GP delle Americhe, ha manifestato il desiderio di provare in pista la soluzione aerodinamica posteriore (qui trovate l'intervista completa). Yamaha non ci ha messo molto ad accontentarlo e a Jerez il Dottore è sceso in pista con il nuovo deflettore. Rispetto a quello montato in passato sulla M1 si tratta di una parte completamente diversa. Il deflettore presenta due alette, è ancorato al forcellone e si protrae maggiormente verso l'anteriore rispetto a quello utilizzato in caso di pioggia. Mentre Ducati e Honda utilizzano un deflettore largo, quello portato a Jerez da Yamaha termina quasi a punta.

Per un confronto diretto, qui sotto trovate le foto dei deflettori utilizzati da Yamaha, Ducati, Honda e KTM.
1/17 Il "cucchiaio" usato da Yamaha in caso di pioggia

La "pinna" usata da Ducati

1/14 Andrea Dovizioso. Nella foto è evidenziata la soluzione utilizzata sulla ruota anteriore

La soluzione aerodinamica di Honda

1/7 Marc Marquez testa il deflettore ad Austin

Il deflettore di KTM

1/7 La soluzione aerodinamica posteriore di KTM
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli