di Federico Aliverti - 27 luglio 2017

Vittoria: le moto in autostrada pagheranno il 30% meno!

Va in porto la riduzione del pedaggio autostradale per le moto: dal 1° agosto pagheremo meno al casello! La petizione di Motociclismo e la manifestazione al Mugello hanno smosso Ministero dei Trasporti e Aiscat, che “sganceranno” le tariffe moto da quelle auto
1/30 Campagna e petizione #metapedaggio: il successone del Mugello Day. La parata di oltre 400 moto sulla pista toscana, guidate dal nostro direttore, Federico Aliverti

Ce l’abbiamo fatta!

In Italia entrare in autostrada su due ruote costerà un terzo in meno. È questo lo straordinario risultato ottenuto dalla battaglia #metapedaggio avviata il 31 maggio 2016 da Motociclismo e sospinta dal travolgente entusiasmo di decine di migliaia di motociclisti che hanno messo la loro firma sulla petizione lanciata il 13 giugno 2016, sempre sul sito di Motociclismo.
Mugello Day. Nella sala stampa della pista toscana si tiene la conferenza stampa con Federico Aliverti (direttore di Motociclismo), il Viceministro dei trasporti, Riccardo Nencini (col vestito grigio), Paolo Poli (con la felpa rossa, amministratore delegato del Mugello); Pierfrancesco Caliari (a sinistra, direttore generale di Ancma) e Paolo Sesti, presidente FMI all'epoca del Mugello Day (a sinistra di Caliari). A destra, in piedi, Giulio Gori, capo ufficio stampa FMI

Grazie alle istituzioni dei motociclisti

Giovanni Copioli, presidente FMI
Si ringraziano per il supporto la Federazione Motociclistica Italiana - con particolare riferimento al Presidente Giovanni Copioli - e Confindustria Ancma.

Federico Aliverti, Direttore di Motociclismo: “Quando abbiamo iniziato questa campagna e la raccolta firme non sapevo davvero dove saremmo arrivati. Adesso che abbiamo raggiunto questo storico traguardo sono davvero felice da motociclista che sa di aver fatto qualcosa di concreto. Grazie alla FMI ed in particolare al Presidente Copioli con il quale siamo stati in quotidiano contatto e che ci ha sempre sostenuto in questa battaglia comune. Sono davvero tante le persone che devo ringraziare e lo farò sulle pagine della rivista, ma un saluto particolare e commosso va a tutti quei motociclisti che, come me, ci hanno creduto, hanno firmato e mi hanno seguito”.

I 400 irriducibili

Ma la campagna è stata di fatto di tutti i motociclisti italiani e, tra questi, un grazie speciale va ai 400 che ci hanno seguito in carovana fino al Mugello il 7 ottobre 2016 (qui le foto e qui sotto il video) e ai 56.319 che hanno firmato la petizione online di Motociclismo.

Il 1° agosto parte la riduzione

L’Associazione delle concessionarie autostradali (Aiscat) ha infatti accolto la proposta del Ministero dei Trasporti di applicare una tariffa dedicata a moto e scooter, che sarà di un terzo inferiore a quella delle auto. Si potrà usufruire di questa riduzione solo attraverso l’attivazione di un Telepass abbinato in esclusiva alla targa della moto. La misura approvata prevede una decorrenza dal 15 settembre 2017, per consentire a Telepass di realizzare l’adeguamento tecnologico necessario, ma Ministero dei Trasporti e Aiscat hanno definito le procedure per rendere effettiva la tariffa moto retroattivamente già dal 1° agosto, alla vigilia della partenza per le vacanze di tanti bikers: ci saranno rimborsi per i motociclisti che tra il 1° agosto e il 15 settembre avranno usufruito del servizio autostradale con il Telepass.

Al governo hanno lavorato per noi

Federico Aliverti con Maurizio Lupi, ex ministro dei Trasporti. A destra, in alto, Graziano Delrio (ministro dei Trasporti); in basso, il sottosegretario ai Trasporti, Umberto Del Basso De Caro
Il merito di questo risultato va riconosciuto anche ai tanti che si sono fatti carico di questa richiesta, insieme ai membri del direttivo di Aiscat, che abbiamo già citato e hanno dimostrato una rara sensibilità al tema. Innanzitutto il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, che ha dimostrato la volontà e il coraggio di superare per ragioni di equità una “discriminazione” delle moto che vigeva dal 1991, in questa scelta solidamente sostenuto anche da un ex ministro, Maurizio Lupi, già autore degli sconti per i pendolari in autostrada; il viceministro dei Trasporti Riccardo Nencini, che tanti di voi avevano incontrato a ottobre al Mugello e che ha mantenuto la sua promessa di appoggiarci; il sottosegretario ai Trasporti, Umberto Del Basso De Caro, che ci ha incontrati e ha dedicato tempo “operativo” insieme alle strutture tecniche ministeriali, anch’esse validissime nel trovare soluzioni formalmente ineccepibili.

Grazie, Presidenti

E ancora, l’onorevole Vincenzo Garofalo, Presidente del gruppo interparlamentare “Amici delle due ruote”, sempre al nostro fianco nelle battaglie e primo in assoluto ad applicare l’adesivo della campagna; l’Authority indipendente per la regolamentazione dei Trasporti, presieduta da Andrea Camanzi, che ha apertamente appoggiato la nostra iniziativa contribuendo al risultato.
A sinistra, l’onorevole Vincenzo Garofalo, Presidente del gruppo interparlamentare “Amici delle due ruote”, sempre al nostro fianco nelle battaglie e primo in assoluto ad applicare l’adesivo della campagna. A destra, Federico Aliverti e Andrea Camanzi, numero uno dell'Autorità di Regolazione dei Trasporti

Due di noi!

Infine, ma non per questo meno importanti, dobbiamo ringraziare la società di relazioni pubbliche e istituzionali SEC Spa, nello specifico Emmanuele Forlani e Valeria Peverelli (ve li faremo conoscere meglio fra qualche giorno), nei quali abbiamo trovato due appassionatissimi motociclisti “veri” e due mastini che una volta azzannata la preda non la mollano fino a risultato ottenuto. Senza di loro non ce l’avremmo fatta, sono sicuro che quando li incontrerete per strada vi verrà voglia di offrirgli un caffè.

A tutti i protagonisti di #metapedaggio, grazie!
Da sinistra: Valeria Peverelli ed Emmanuele Forlani, della società di relazioni pubbliche e istituzionali SEC Spa

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli