Quale scelgo: Ténéré 700 o Scrambler Desert Sled?

Un lettore, indeciso sulla moto da acquistare, ci ha scritto per avere un parere al riguardo. Chi scrive ama fare enduro ma viaggia anche su strada e cerca una moto con poca elettronica e dal look fuori dal coro

1/9 Yamaha Ténéré 700 2019

1 di 2

Caro direttore, da mesi mi arrovello sulla sostituzione della mia ottima Yamaha XSR700 con una moderna scrambler, stante la mia antica e mai sopita propensione alla regolarità (come dite, enduro? Ok, ok). Cerco una moto maneggevole, con poca elettronica e un’estetica - magari vintage - un po’ fuori dal coro. La userei alla Mario Ciaccia: strada senza forzare e fuoristrada un po’ veloce, avendo io buona tecnica. Viaggi sì, non lunghissimi: per dire, le isole nostrane o la Carnia del vostro magnifico test e poi sentieri locali sui colli bolognesi. Sono indeciso tra nuova Ténéré (col mio stesso motore) e la Ducati Scrambler Desert Sled. Circa stesse misure, pesi, cilindrata, potenza e sospensioni. Ho provato brevemente la T7: impressioni ottime, nonostante la ruotona anteriore, ma prime tre marce forse troppo corte. A breve proverò la Ducati. Per ora: ruota da 19” (Ducati) contro 21” (Yamaha) porta a una maggiore attitudine stradale (non rinforzata, però, da cupolini di sorta); raffreddamento a liquido (Yamaha) piuttosto che ad aria (Ducati) porta maggior… fresco. Certo, i prezzi cambiano, e non di poco. Aggiungete qualche considerazione, stante che non sono di certo il solo ad avere questi dubbi?

Gabriele Tarantini – email

RISPONDE MARIO CIACCIA: Questa lettera potrei averla scritta io, anche se non cerco una scrambler ma una moto più incline al fuoristrada. Per cui io preferisco l’anteriore da 21”, tu da 19”; e io trovo fantastiche le prime tre marce corte della Ténéré. Avendole usate in manifestazioni lunghe e faticose come la Hardalpitour e la Transitalia Marathon, sono giunto alla conclusione che la Ducati Desert Sled, la Yamaha Ténéré 700 e la KTM 790 Adventure (che ha troppa elettronica per piacerti) rappresentino una nuova generazione di maxienduro che incutono minore timore reverenziale, in fuoristrada, rispetto a quanto visto finora. Questo per via delle dimensioni ridotte e dell’ottima trazione che hanno pur utilizzando pneumatici poco tassellati, dovuta a motori dolcissimi. Tra Ténéré e Ducati è un bel match. In autostrada la Ducati va molto meglio del previsto (manubrio alto e niente cupolino contrastati da pedane abbastanza arretrate). Secondo me la Yamaha vince in un’ottica fuoristradistica e anche turistica (autonomia, accessori) ma per l’uso che vuoi farne direi che puoi tranquillamente lasciar scegliere il cuore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli