Perchè la S 1000 XR non ha la fasatura variabile?

La nostra intervista a Ralf Moelleken, capo progetto BMW S 1000 XR, per approfondire la conoscenza della sport-tourer bavarese

1/15

BMW S 1000 XR 2020 - le foto del test

Il motore deriva da quello della naked S 1000 R: perché non utilizzare la fasatura variabile, come sulla RR?

“Sulla sportiva si rende necessaria la fasatura variabile perché il range di utilizzo è più esteso, con tanta potenza agli alti regimi. Sulla XR invece 165 CV a 11.000 giri/min sono più che sufficienti, non ci serve raggiungere regimi più elevati: preferiamo dare più schiena ai mediobassi e una risposta al gas ottimizzata per l’uso tra le curve. Il miglioramento delle prestazioni – accelerazioni più rapide e frenate in spazi più contenuti, oltre che migliore maneggevolezza – si è ottenuto riducendo il peso”.

La riduzione del peso ha contribuito anche al miglioramento del lavoro del Dynamic ESA?

“In realtà no: il lavoro per far funzionare meglio l’ESA è concentrato su elettronica e hardware delle sospensioni, che ora hanno maggiore escursione. Una delle critiche mosse dai clienti del precedente modello riguardavano proprio la rigidità dell’assetto. Ora il sistema utilizza nuove valvole che lavorano più velocemente, elevando il comfort senza perdere in rigore quando si va forte”.

Come è cambiata l’aerodinamica di questo modello?

“È stata migliorata sia la penetrazione aerodinamica della moto, che offre meno resistenza all’aria, sia la protezione del pilota. Tutta la carena è stata ridisegnata: ora è leggermente più larga, soprattutto nell’area delle ginocchia, mentre il parabrezza estende più efficacemente la sua azione alle spalle, oltre che alla testa. In questo modo si può guidare con il busto eretto fino a 150 km/h senza avvertire turbolenze”.

Perché la leva di regolazione del parabrezza è sul lato destro? Bisogna lasciare la manopola del gas?

“È studiato apposta per essere azionato con la mano sinistra. Abbiamo fatto diverse prove e abbiamo notato che, se lo avessimo messo a sinistra, il braccio avrebbe interferito con lo specchietto: sulla destra invece, pur passando con la mano davanti alla strumentazione, l’operazione è più naturale. Anche su altri modelli BMW è posizionato così”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli