Motobì riparte da “400”

Il Marchio Motobì torna a far parlare di sé con la DL 400, una inedita naked dal look sportivo e in linea con i gusti del mercato europeo. In linea con le concorrenti il prezzo. Ancora non si conosce la sua data di arrivo sul mercato

1/5

Motobì DL 400 Naked

Motobì è un marchio storico italiano, fratello meno fortunato di Benelli che nel 2009 è entrato nell’orbita del gruppo austriaco Leeb. Dopo essere uscito dall’oblio proponendo due 125 di origine cinese (una nuda e una sportiva), ora rincara la dose svelando le forme di una nuova moto di cilindrata “media”, segmento in grande fermento negli ultimi anni.

Si chiama DL 400 e quello che si sa della piccola naked è che ha un look da nuda sportiva ma senza eccessi stilistici, e che tra i tubi del telaio a traliccio si cela un motore a due cilindri frontemarcia di 379 cc, in grado di esprimere 37 CV a 9.000 giri/min. Tra i suoi plus il faro anteriore tondo con luci a LED, il forcellone in alluminio con tanto di capriata superiore di rinforzo, lo scarico con doppio terminale corto che spunta da sotto il motore, l’impianto frenante anteriore con pinza ad attacco radiale e display digitale.

Il prezzo di vendita dovrebbe essere 5.800 euro franco concessionaria che, pensando all’origine cinese del prodotto e alle concorrenti dirette più blasonate come la Honda CB300R (5.490 euro, a cui tra l’altro assomiglia esteticamente) e la KTM 390 Duke (6.450 euro), sulla carta non sono proprio pochi.

È anche vero che negli ultimi tempi dal lontano oriente arrivano sempre più prodotti curati, soprattutto in questa categoria di medio-piccole. Quindi, non ci resta che attendere per delle valutazioni più approfondite. Per quanto riguarda la commercializzazione in Europa, e nello specifico in Italia, ancora non si sa nulla.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA