Cairoli torna sulla 450!

MXGP 2016: Tony Cairoli, a sorpresa, si presenta alla punzonatura del GP della Svizzera con la KTM 450 SX-F, quindi la "factory" di Mattighofen a cilindrata piena. Della 350 si riparla (forse) nel 2017
 

Marcia indietro

Il passaggio di Antonio Cairoli alla 350 dal GP della Repubblica Ceca è stata una notizia inattesa (ma non da noi, avendola anticipata). Ma forse lo è ancora di più il ritorno alla 450 dopo appena 2 GP (qui il report del GP del Belgio, con Tony a podio con la 350). Già dal GP della Svizzera di questo fine settimana (qui gli orari TV), infatti, Cairoli scenderà in pista con la cilindrata piena. 

LE MOTIVAZIONI

Antonio è una persona istintiva e si è lanciato sulla 350 con grande ardore non appena KTM gli ha presentato un progetto nuovo, memore dei successi passati. Ma presto ha dovuto fare i conti con la limitata evoluzione del mezzo, aggiornato in numerose componenti. Per essere competitivi a certi livelli bisogna essere anche a posto tecnicamente e probabilmente Tony non lo era. Lo dimostrano i risultati del GP di Loket e anche quello di Lommel dello scorso fine settimana, dove Cairoli ha ottenuto meno di quanto si aspettasse e a fine gara non era affatto soddisfatto. Da lì la scelta di ritornare sulla 450 in modo da difendere il secondo posto nel Mondiale, che è l’obiettivo stagionale.
Soprattutto in vista delle piste che restano in calendario. Quella Svizzera è un tracciato artificiale con molte ripartenze da fermo, dove servono cavalleria e coppia. La stessa cosa vale per i due GP americani di Charlotte e Glen Helen che chiudono la stagione dove, per motivi diversi, la 450 dà maggiori garanzie in termini di competitività. Almeno finché la nuova 350 non sarà messa a punto come si deve. 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA