21 July 2008

Motomondiale: Gran Premio degli U.S.A. - Rossi tiene dietro Stoner: “Che Gara, ragazzi!”

Rossi (Yamaha) è imprendibile: nelle prove ha dovuto inseguire Stoner (Ducati), ma in gara ha messo sotto pressione l’australiano fino a farlo sbagliare. La gara è un botta e risposta di sorpassi. Vale parte secondo, ma è subito in testa. Stoner risponde, ma il Dottore si difende. Cinque sorpassi in due giri fino al 23°, quando il lungo con caduta di Casey regala la vittoria a Rossi.

Motomondiale: gran premio degli u.s.a. - rossi tiene dietro stoner: “che gara, ragazzi!”




LAGUNA SECA (U.S.A.) 20 luglio 2008
TATTICA Valentino Rossi finita la corsa bacia l’asfalto sul “Cavatappi” del circuito californiano. Rossi, in sella alla Yamaha M1, vince il Gran Premio degli Stati Uniti e mantiene la testa della classifica iridata, con 25 punti di vantaggio sul pilota della Ducati, Casey Stoner, secondo nella gara e nella lotta per l’iride. Fa una buona gara Chris Vermeulen, terzo con la Suzuki GSV-R. Rossi guadagna la vittoria con una tattica tutta sua: mettere sotto pressione l’australiano. Il dottore è secondo alla partenza in griglia, ma quando si spengono i semafori scatta davanti a Stoner. Casey risponde e comincia la bagarre, che dura per due giri, con cinque sorpassi e passo gara da record. Il dottore ha sempre la meglio, Stoner passa una volta, ma arriva lungo e deve ricominciare ad inseguire il pesarese. I due corrono in solitario perché i loro tempi sono inarrivabili per gli altri piloti. Valentino domina e Stoner si fa prendere dall’agitazione: l’australiano insiste e cerca l’inserimento su Rossi al 23° giro, ma è troppo vicino e per evitare il contatto fa un secondo lungo, che termina con una caduta nella sabbia e 16 secondi persi. Si rialza ma può solo correre per la seconda posizione, perché Rossi è in fuga.

CLASSIFICA
Valentino Rossi è in testa, a quota 212 punti. Rimane in seconda posizione Casey Stoner, con 187 e terzo Daniel Pedrosa (Honda HRC) con 171.

POLEMICHE
Valentino è soddisfatto: “Che gara, ragazzi! Bella, davvero bella, tra le migliori della mia carriera per intensità e battaglia. Ho fatto un passo incredibile, finalmente si sono visti un po’ di sorpassi. È stata una gran battaglia, mi sono proprio divertito. È stato un GP come ai vecchi tempi, con due piloti che volevano vincere a tutti i costi”. La pensa in modo diverso Casey Stoner: “Eravamo a posto con il setting, con le gomme, con tutto, ma ho commesso un errore, arrivando lungo in frenata al 23° giro. Però, non è tutto qui: ho fatto tante gare dure nella mia carriera e non mi sono mai tirato indietro nella lotta, ma stavolta è diverso: ci sono state delle scorrettezze e, se le avessi fatte io, mi avrebbero sicuramente penalizzato”. Fra le varie “scorrettezze” si riferisce al sorpasso di Rossi in zona Cavatappi, che ha tagliato nella sabbia e si è piazzato davanti all’australiano, cominciando a dare battaglia.

GOMME
Le Bridgestone sono state superiori a Laguna Seca, come nelle qualifiche, con tre piloti nelle prime tre posizioni in gara.

BEFFA
Andrea Dovizioso (Honda “clienti” Team Scott) perde la lotta con Chris Vermeulen per la conquista della terza posizione, ma la maggior delusione gli arriva da una notizia data dalla Casa dell’ala dorata: Shinya Nakano, del team privato Gresini, avrà una moto ufficiale nel 2009, mentre Andrea no. In gran parte per conflitti che si sono aperti fra i titolari della sua squadra.

DOLORI
Il compagno di squadra di Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, si è rotto un’altra volta il piede sinistro, in una brutta caduta, causata da un Highside. Al momento è quarto nella classifica mondiale, con 114 punti, seguito da Dovizioso, con 103.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA