Motomondiale 2008: GP della Francia - MotoGP

Valentino c’è. Anche sulla pioggia battente di Le Mans che affronta senza problemi con le Bridgestone slick. Come dice il compagno di squadra Jorge Lorenzo: “Valentino è stato superiore”. A Le Mans il Dottore si è portato a casa due vittorie: quella nel Gran Premio di Francia e quella di essere annoverato nella storia come il secondo pilota, dopo Giacomo Agostini a quota 112, ad aver vinto per 90 volte, esattamente come Angel Nieto, che al termine della gara lo aspetta in pista sfoggiando la scr

Cronaca gara MotoGP


Le Mans (Francia) 18 maggio 2008 – GARA BAGNATA, GARA VINTA Valentino c’è. Anche sulla pioggia battente di Le Mans che affronta senza problemi con le Bridgestone slick. Come dice il compagno di squadra Jorge Lorenzo: “Valentino è stato superiore”. A Le Mans il Dottore si è portato a casa due vittorie: quella nel Gran Premio di Francia e quella di essere annoverato nella storia come il secondo pilota, dopo Giacomo Agostini a quota 112, ad aver vinto per 90 volte, esattamente come Angel Nieto, che al termine della gara lo aspetta in pista sfoggiando la scritta “Bravo Valentino” sulla tuta. Nieto riporta la M1 ai box come fosse un tandem, guidando e portandosi dietro il pesarese, appoggiato sul codino della Yamaha. Oltre alla vittoria di Rossi a Le Mans arriva anche una tripletta a tre diapason. In seconda posizione c’è la Yamaha M1 di Jorge Lorenzo ed in terza quella clienti della Tech 3 di Erve Poncharal, pilotata da Colin Edwards. Era dal Gran Premio di Germania del 2001 quando vinse Biaggi, seguito da Checa e Nakano, che il podio non era occupato da tre piloti Yamaha. Resta il fatto che, come dice Nieto: “Valentino è un grande”. Delusione per Casey Stoner: la sua Ducati rompe il motore.

PARLA ROSSI
Dice il Dottore: “Era da Barcellona e Mugello nel 2006 che non vincevo due gare di fila così. Sono contentissimo. Sono riuscito ad entrare nei grandi. Siamo in testa al Mondiale e questo è il nostro obiettivo. Andavo forte con le Bridgestone, anche sul bagnato. Peter, l’uomo della Bridgestone, mi ha detto che quella che ho scelto sarebbe stata la gomma giusta per la gara, come già aveva fatto in Cina, e così è stato. Forse la Ducati è ancora un pelino più veloce ma la Ymaha in questo momento è quella che ha la maggiore guidabilità e la maggiore agilità”.

CLASSIFICA
Rossi prende la testa della classifica iridata, risalendo dal terzo posto, dove si trovava con 72 punti dopo la Cina, al primo con un totale di 97. La seconda posizione rimane invariata per Jorge Lorenzo. In Cina il giovane debuttante spagnolo aveva 74 punti e con i 20 secondo posto nel Gran Premio francese ne realizza 94. Scende dalla prima alla terza posizione Daniel Pedrosa che ritornato dal Far East aveva un totale di 81 punti ed ora si trova a quota 94.

GRINTA: PRIMO IN POCHI GIRI
Partono bene Pedrosa ed Edwards ma è Casey Stoner ad inserirsi alla prima curva e a condurre la gara al primo giro. Rossi passa Hayden ed è quarto. Il Pesarese fa il giro veloce e si avvicina al gruppo di testa. Rossi sta girando in 1’35” ed il suo cronometro fa segnare mezzo secondo in meno rispetto agli altri. Vale è una furia. Gira in 1’34”3 ed al terzo giro prima svernicia Edwards, poi Pedrosa e si porta in seconda posizione. Il numero 46 incalza Stoner. La moto di Vale è più lenta, soffre di un gap velocistico rispetto alla Honda ed alla Ducati. Al quinto giro Rossi tenta l’attacco su Stoner. Si inserisce in interno curva ma al cambio di direzione successivo arriva lungo e si fa ripassare, rimanendo comunque secondo e salvandosi dal tentativo di attacco fatto da Pedrosa. A 19 giri prima della fine Rossi passa Stoner, continuando a girare in 1’34”3. Un giro dopo Pedrosa attacca Stoner all’esterno e riesce a sorpassarlo alla curva successiva, dove si trova in posizione interna. Quando mancano 16 giri alla conclusione Rossi gira in 1’34”2. Qualche giro dopo ha ridotto di qualche decimo la velocità, scendendo a 1”34”6 ma mantenendo 1” abbondante di vantaggio su Pedrosa.

MOMENTO LORENZO
Quando mancano 14 giri al termine Lorenzo si inserisce su Vermeulen. Un giro dopo viene esposto il segnale di acqua in pista. Hopkins perde la catena e Dovizioso che sta arrivando se la vede brutta. Lorenzo raggiunge i primi; gira veloce ma rischia forte per la pioggia. Valentino si fa prudente e rallenta di molto. Gira in 1’35”5. Piove sempre di più e Rossi ha 3”4 di vantaggio sugli inseguitori. A 9 giri alla fine Lorenzo infila Edwards e poi Stoner che sta rallentando perché ha rotto il motore. Lorenzo riesce a passare anche Pedrosa, guadagnando la seconda posizione. Lo spagnolo, che cammina ancora con le stampelle e non è al 100% dà spettacolo. Al ventesimo giro è Edwards sverniciare Pedrosa. Il Tornado texano è in terza posizione. Intanto Rossi conduce con 9”2 di vantaggio: una prestazione incredibile. I successivi sei giri conducono direttamente al podio con Rossi primo, Lorenzo Secondo e Edwards terzo.

Tempi gara MotoGP

Pos. Points Num. Rider Nation Team Motorcycle
1 25 46 Valentino ROSSI ITA Fiat Yamaha Team Yamaha
2 20 48 Jorge LORENZO SPA Fiat Yamaha Team Yamaha
3 16 5 Colin EDWARDS USA Tech 3 Yamaha Yamaha
4 13 2 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda
5 11 7 Chris VERMEULEN AUS Rizla Suzuki MotoGP Suzuki
6 10 4 Andrea DOVIZIOSO ITA JiR Team Scot MotoGP Honda
7 9 65 Loris CAPIROSSI ITA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki
8 8 69 Nicky HAYDEN USA Repsol Honda Team Honda
9 7 14 Randy DE PUNIET FRA LCR Honda MotoGP Honda
10 6 56 Shinya NAKANO JPN San Carlo Honda Gresini Honda
11 5 24 Toni ELIAS SPA Alice Team Ducati
12 4 15 Alex DE ANGELIS RSM San Carlo Honda Gresini Honda
13 3 50 Sylvain GUINTOLI FRA Alice Team Ducati
14 2 13 Anthony WEST AUS Kawasaki Racing Team Kawasaki
15 1 33 Marco MELANDRI ITA Ducati Marlboro Team Ducati
16 1 Casey STONER AUS Ducati Marlboro Team Ducati
Not classified
21 John HOPKINS USA Kawasaki Racing Team Kawasaki
52 James TOSELAND GBR Tech 3 Yamaha Yamaha





Classifica MotoGP

Pos. Rider Nation Team Points
1 Valentino ROSSI ITA Fiat Yamaha Team 97
2 Jorge LORENZO SPA Fiat Yamaha Team 94
3 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team 94
4 Casey STONER AUS Ducati Marlboro Team 56
5 Colin EDWARDS USA Tech 3 Yamaha 47
6 Loris CAPIROSSI ITA Rizla Suzuki MotoGP 42
7 Nicky HAYDEN USA Repsol Honda Team 37
8 Andrea DOVIZIOSO ITA JiR Team Scot MotoGP 36
9 James TOSELAND GBR Tech 3 Yamaha 33
10 Shinya NAKANO JPN San Carlo Honda Gresini 28
11 John HOPKINS USA Kawasaki Racing Team 26
12 Chris VERMEULEN AUS Rizla Suzuki MotoGP 25
13 Marco MELANDRI ITA Ducati Marlboro Team 24
14 Toni ELIAS SPA Alice Team 20
15 Randy DE PUNIET FRA LCR Honda MotoGP 18
16 Alex DE ANGELIS RSM San Carlo Honda Gresini 11
17 Sylvain GUINTOLI FRA Alice Team 7
18 Anthony WEST AUS Kawasaki Racing Team 5



Qualifiche MotoGP

1 2 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda
2 5 Colin EDWARDS USA Tech 3 Yamaha Yamaha
3 1 Casey STONER AUS Ducati Marlboro Team Ducati
4 46 Valentino ROSSI ITA Fiat Yamaha Team Yamaha
5 48 Jorge LORENZO SPA Fiat Yamaha Team Yamaha
6 69 Nicky HAYDEN USA Repsol Honda Team Honda
7 52 James TOSELAND GBR Tech 3 Yamaha Yamaha
8 7 Chris VERMEULEN AUS Rizla Suzuki MotoGP Suzuki
9 21 John HOPKINS USA Kawasaki Racing Team Kawasaki
10 4 Andrea DOVIZIOSO ITA JiR Team Scot MotoGP Honda
11 65 Loris CAPIROSSI ITA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki
12 14 Randy DE PUNIET FRA LCR Honda MotoGP Honda
13 56 Shinya NAKANO JPN San Carlo Honda Gresini Honda
14 24 Toni ELIAS SPA Alice Team Ducati
15 15 Alex DE ANGELIS RSM San Carlo Honda Gresini Honda
16 50 Sylvain GUINTOLI FRA Alice Team Ducati
17 33 Marco MELANDRI ITA Ducati Marlboro Team Ducati
18 13 Anthony WEST AUS Kawasaki Racing Team Kawasaki





I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA