Aprilia propone a Redding un futuro come collaudatore

In queste ore si decide il futuro di Scott Redding. Romano Albesiano conferma l’offerta fatta al numero 45 di diventare collaudatore nel 2019, ma questo porterebbe a un momentaneo abbandono del pilota alle corse
1/23 Redding festeggia la sua prima vittoria mondiale nel 2008 in sella alla Aprilia Blusens a Donington
Al Sachsenring, Romano Albesiano, responsabile del reparto corse della Casa veneta, parla del futuro della marca italiana. Dopo un bilancio di questa prima parte di stagione giudicata positiva e come una buona base per raggiungere gli obiettivi prefissati nei restanti GP da qui a Valencia, il responsabile si è espresso sulla situazione di Scott Redding. Chiuso il rinnovo di Aleix Espargaro e annunciato l’arrivo di Andrea Iannone per il 2019, l’opportunità di diventare collaudatore e, all’occorrenza, terzo pilota sarebbe una valida opzione per il britannico di continuare nella massima categoria del motociclismo. Tuttavia, pare che nelle intenzioni di Scott ci sia la voglia di correre ancora, magari con il Team SIC-Yamaha al quale si è proposto esplicitamente.

“È una opportunità che gli abbiamo offerto”, ha detto romano Albesiano. “Perché ci piace come lavora e lo apprezziamo come persona; ma è giovane e sappiamo bene che il suo desiderio è correre. Nel caso volesse diventare un tester sarebbe una bella opportunità per noi e per lui. Per entrambi le parti l’idea è quella continuare”.
Romano Albesiano, all'interno del box di Redding

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA