La nuova Yamaha M1 di Valentino Rossi e Maverick Viñales

Il Team Yamaha Movistar ha svelato la nuova YZR-M1 con cui Valentino Rossi e Maverick Viñales scenderanno in pista nella stagione MotoGP 2018. Le foto e le dichiarazioni dei piloti
1/24 Yamaha Movistar YZR-M1 2018

La nuova M1 del Team Yamaha Movistar

Manca poco più di un mese al via della stagione 2018 (cliccate qui per aggiornarvi su cosa bolle in pentola) e, accompagnati dai soliti rumors, i team del Motomondiale stanno man mano presentando le moto che vedremo fra i cordoli. Ducati ha anticipato tutti svelando la Desmosedici GP18, che in questi giorni è già in pista per dei test a porte chiuse in Malesia; ora, invece, tocca a Yamaha. Il Team Movistar ha tolto i veli alla YZR-M1. Senza dilungarci troppo vi lasciamo alle immagini!

Fra pochi giorni i piloti scenderanno in pista per i test ufficiali sul Circuito di Sepang (28-30 gennaio). In attesa di vedere la nuova Yamaha M1 in azione godetevela cliccando qui.

Yamaha Movistar MotoGP 2018

La presentazione della nuova moto e del Team è avvenuta a Madrid, dove inizialmente ha parlato il Presidente Yamaha, Kouiki Tsuji: “Come Team ufficiale abbiamo 3 obiettivi: sviluppare nuove tecnologie per trasferirle ai prodotti commerciali, promuovere e valorizzare il brand, allargare le attività del settore motorsport. Il nostro obiettivo in MotoGP è, naturalmente, quello di lavorare sodo per vincere il titolo”. Tsuji ha parlato anche della collaborazione fra la Casa di Iwata e Movistar, due compagnie accomunate dal desiderio di crescita e dalla passione per le due ruote. Con il cambio del logo da parte di Movistar, da verde ad azzurro, anche Yamaha ha deciso di adottare una nuova livrea per M1: come potete vedere rispetto alla “vecchia” moto la colorazione è differente.

Le dichiarazioni dei piloti e del Team Director

Valentino Rossi: “Dall’esperienza maturata in MotoGP ho imparato che tutto dipende da come ti senti, dalla motivazione, dalla voglia. Ora faccio tutto con più esperienza e questo mi aiuta a risolvere i problemi che si presentano durante i weekend di gara. Durante la pausa invernale mi sono allenato molto. L’allenamento è importante e cerco sempre di trascorrere più tempo possibile in moto. Anche durante la stagione cercherò di allenarmi, magari con più attenzione rispetto allo scorso anno dato che mi ero infortunato. Il mio ritorno in quell’occasione era stato molto rapido ma non sempre è così: dipende dalle sensazioni del momento. L’infortunio era arrivato in un momento particolare, non ci voleva: andava tutto bene, eravamo in crescita ed è stato un peccato dover saltare quella che, per me, era la gara più importante dell’anno, quella di casa”. Parlando dei prossimi test IRTA, il Dottore ha dichiarato: “I test mi permetteranno di capire al meglio cosa aspettarmi dall’inizio della stagione. Quello che succede durate i test spesso è simile a quello che accade durante il campionato. Dobbiamo concentrarci su tutti i piccoli dettagli che ci permettono di essere veloci e sfruttare al meglio le gomme. L’elettronica sarà molto importante”.

Maverick Viñales: “La pausa invernale mi ha dato la possibilità di ricaricarmi. Mi sono anche allenato molto e mi sento in forma; rispetto allo scorso anno cercherò di migliorare dove ho i miei punti deboli. Far parte della famiglia Yamaha è molto bello: tutti condividiamo le sensazioni, la voglia di fare. Quello che mi auguro, ci auguro, è di vincere il più possibile nel 2018, già da subito. Questo è il nostro obiettivo principale e spero di fare molto bene, gestendo al meglio la pressione in gara. La vittoria del titolo è fra le nostre priorità. La pressione che sento è la stessa dello scorso anno, ma la voglia e la motivazione sono aumentate, ho grandi aspettative”. Parlando della moto, Top Gun ha aggiunto: “Ci vogliono molti giri per scegliere al meglio le giuste configurazioni in vista della prossima stagione; sarà importante trovare delle ottime soluzioni che ci permettano di mantenere le prestazioni stabili, anche sul bagnato. I test ci daranno ottimi responsi. Se potessi testare la moto, sceglierei sempre Phillip Island, per me la pista migliore. Tuttavia, in ottica 2018, meglio testare in Thailandia, dato che si tratta di un nuovo circuito”. Maverick Viñales ha anche confermato il rinnovo con la Casa di Iwata fino al 2020: “Abbiamo trovato un ottimo accordo e desideriamo lavorare insieme ancora. Sono molto felice di poter continuare il mio percorso con Yamaha”

Massimo Meregalli (Team Director Yamaha MotoGP): “I test di Valencia e Sepang 2017 ci hanno permesso di mettere alla prova la M1 per decidere quale base utilizzare durante i prossimi test di Sepang. Questi circuiti hanno caratteristiche differenti e ci hanno dato numerose informazioni utili allo sviluppo. Durante i prossimi test lavoreremo sull’elettronica e sul degrado delle gomme, uno fra i nostri problemi principali durante la stagione 2017. In più metteremo alla prova tutte le nuove parti in arrivo dal Giappone. La chiave per affrontare il 2018 è quella di affinare le nostre qualità, limando i limiti. Rispetto allo scorso anno il regolamento limiterà la possibilità di preparare la moto per la gara singola, ma questo non inciderà molto sullo sviluppo poiché abbiamo la possibilità di scegliere i tre circuiti su cui effettuare i nostri test. È ancora presto per dire qualcosa in merito, ma pensiamo di poter lottare concretamente per la conquista del titolo” Meregalli ha parlato anche dei piloti: “Sia Valentino che Maverick sono in grande forma, non hanno mai smesso di allenarsi e sono pronti per l’inizio della nuova stagione”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA