di Beppe Cucco
- 01 October 2020

Si è spento Roberto Marchesini, il maestro dei cerchi

È morto ieri, dopo una lunga malattia, Roberto Marchesini, l’artigiano che ha saputo trasformare i cerchi delle moto in vere e proprie opere d’arte

1/11

Roberto Marchesini 

È morto ieri, dopo una lunga malattia, Roberto Marchesini, l’artigiano che ha saputo trasformare i cerchi delle moto in vere e proprie opere d’arte. Roberto fu un innovatore nel campo dei cerchi per moto: fu il primo a realizzare cerchi costruiti interamente in lega di magnesio (1970) e introdusse per primo cerchi con razze cave (1983). Era un vero e proprio artista.

Partendo da una fonderia di alluminio e magnesio, Marchesini ha fondato la sua Azienda produttrice di cerchi nel 1988. Nel corso degli anni Roberto ha saputo trasformare la sua attività nel nome di riferimento per i cerchi moto, sia per la strada sia per la pista. Nel mondo delle corse, a credere da subito nel lavoro di Roberto fu Ducati, che scelse per prima di usare le ruote Marchesini sulle Rosse da competizione. L'Azienda Marchesini è poi entrata a far parte del Gruppo Brembo, che ha acquisito il 70% del suo pacchetto azionario nel marzo del 2000, per poi passare al 100% dell’acquisizione nell'ottobre 2002. Questa fusione ha permesso di rafforzare ulteriormente l’innovazione tecnologica di Marchesini, attraverso un continuo scambio di tecnologie e conoscenze con Brembo e le altre aziende del Gruppo. Ad oggi i cerchi Marchesini sono utilizzati nelle maggiori competizioni motociclistiche, come il Motomondiale e la Suberbike, ma anche il mondiale Supermotard.

Alla famiglia e agli amici vanno le condoglianze di tutta la redazione di Motociclismo.

1/11

Roberto Marchesini 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli