18 April 2018

Si è spento Alan Kempster, pilota senza un braccio e una gamba

Alan Kempster era un pilota australiano che, rimasto senza un braccio e una gamba in seguito a un incidente, non aveva rinunciato alla sua passione. Si è spento all'età di 56 anni
1/20

Una triste notizia arriva nel mondo del motociclismo. All'età di 56 anni si è spento Alan Kempster, pilota australiano con una storia incredibile alle spalle. A comunicarlo è stato il nipote, che attraverso i social network ha reso nota la prematura scomparsa di Alan, deceduto per cause naturali nella sua abitazione.

Una grande forza di volontà

Nel 1990, all'età di 38 anni, in sella alla sua moto Alan è stato centrato da un'automobilista ubriaco che ha invaso la sua corsia. L'incidente gli è costato caro: l'amputazione del braccio e della gamba destri. Questo però non ha tolto dalla testa di Alan la passione per le due ruote e per lo sport in generale.
Dopo più di un anno passato tra ospedali e centri di riabilitazione Alan si è subito rimesso a fare sport, prima sci nautico, dove è riuscito a vincere 3 Campionati del Mondo, e poi all'età, di 47 anni, è ritornato in sella. L'australiano ha modificato una Kawasaki 400, ed è tornato tra i cordoli, senza nessuna protesi! La sua forza di volontà e la sua voglia di fare lo hanno portato a gareggiare in tutto il mondo, persino in Italia, dove nel 2014 ha preso parte al GP del Mugello al fianco dei Di.Di.

Oltre alla passione per le due ruote Alan non ha mai perso anche l'ironia. Il suo numero di gara? ½. E quando gli si chiedeva se non aveva paura a tornare in moto lui rispondeva: "No, ora se scivolo ho il 50% in meno di possibilità di farmi male".
Per tutti Alan è stato un esempio di come passione e impegno possano portare ovunque! Le più sincere e sentite condoglianze alla famiglia di Alan da parte di tutta la redazione di Motociclismo.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA